mirri

Palermo – L’alfabeto rosanero dopo un 2021 più nero che rosa

A
Come allenatori. Ben quattro quelli che si sono avvicendati sulla panchina rosanero dalla rinascita ad oggi. Mirri avrebbe voluto dimostrare una certa discontinuità con chi lo aveva preceduto ma per un motivo o per un altro non è stato possibile. Pergolizzi già in D aveva rischiato l’esonero cosa poi avvenuta dopo pochi mesi di C con Boscaglia e nei giorni scorsi con Filippi. Speriamo questa tendenza possa finalmente invertirsi con Baldini.

B
Come Boscaglia ma anche come Baldini. Il primo era stato preso perché ritenuto il migliore allenatore possibile ma alla fine le cose sono andate in modo ben diverso. Baldini torna a Palermo dove si spera riesca a riprendere il discorso bruscamente interrotto a gennaio del 2004.

C
Come cessione, ovvero quella che tutti i tifosi si augurano avvenga presto per tornare a sognare. Il primo è certamente Dario Mirri nella doppia veste di tifoso e in quella di presidente. Una cessione che sembrava potersi concretizzare in tempi brevissimi ma che la querelle con l’ex socio ha fatto slittare.

D
Come Di Piazza. Mai il suo rapporto con Dario Mirri e soprattutto con Rinaldo Sagramola è stato davvero buono e il finale di questa storia non è che la ovvia conseguenza. Ha onorato sempre e fino in fondo i suoi impegni ma la richiesta per la liquidazione del suo 40% è stata davvero fuori da qualsivoglia logica.

E
Come emergenza, ovvero quella che ha caratterizzato diverse partite del Palermo chiamato a fare i conti con le tante assenze causate del Covid. Anche squalifiche e infortuni non hanno di certo facilitato il compito di Boscaglia prima e Filippi poi.

F
Come Filippi ovvero colui il quale contro tutto, il sistema calcio, e tutti, i tifosi, è stato chiamato a guidare il Palermo prendendo il posto di Boscaglia. Il suo Palermo, che pure ha raggiunto i play off, non ha mai convinto e i risultati lo stanno a testimoniare.

G
Come gioco, ovvero “questo sconosciuto” in casa Palermo. Nè una idea nè uno schema degno di questo nome hanno caratterizzato soprattutto il girone di andata di questo campionato. Si spera che con Baldini questa tendenza cambi radicalmente.

H
Haters ovvero quegli odiatori seriali dei quali faremmo certamente a meno e dei quali invece soprattutto il web è stracolmo. Il Palermo e i suoi dirigenti, ma anche i giornalisti e chi la pensa diversamente da loro, sono il costante bersaglio di questa gente. Va bene non essere d’accordo con qualcuno o con qualcosa ma c’è modo e modo di dire le cose. L’educazione e il rispetto dovrebbero venire prima di tutto.

I
Come Italia che ha scelto lo stadio di Palermo per giocare l’importantissima gara in programma a marzo contro la Macedonia degli ex rosanero Nestorovski e Traijkovski. Questo sta causando qualche problema al Palermo che non può utilizzare il Barbera per gli allenamenti ma ci può stare.

L
Come Lazard la banca d’affari che ha portato avanti le trattative per la cessione del pacchetto di maggioranza del Palermo Football Club. Ma anche come Lorenzo Lucca che dopo Palermo sembra destinato a grandi palcoscenici per la gioia, comunque, della sua vecchia società che avrà diritto a diversi bonus economici.

M
Come Mirri. Passare da tifoso a presidente è il sogno di tutti però poi bisogna scontrarsi con una realtà durissima. Probabilmente non si sarebbe aspettato che lo fosse così tanto ed ormai da tempo è entrato nell’ottica di dover e voler cedere la sua creatura.

N
Come nuovo anno. Tutti sperano che il 2022 possa portare in dote tre cose: la cessione, la promozione e il centro sportivo. Certo se così fosse per i tifosi rosanero il nuovo anno diventerebbe davvero indimenticabile ma sognare non costa nulla.

O
Come Moses Odjer ovvero uno degli elementi del centrocampo rosanero che hanno deluso meno. Anzi il suo mancato utilizzo in diversi frangenti è apparso davvero incomprensibile.

P
Come promozione, quella che i tifosi sperano possa arrivare al termine della stagione. Che sia vincendo il girone o passando dai play off tutto va bene purchè sia serie B. Non sarà semplice ma solo la promozione potrebbe ridare entusiasmo e nuove prospettive alla società rosanero.

Q
Come… quanto vorremmo che fosse l’anno giusto per tornare in quella serie B persa con il fallimento non 2019

R
Come Riforma. Potrebbe essere questa una delle soluzioni che cambierebbero l’immediato futuro del Palermo dovesse fallire il ritorno in B al termine della stagione attuale. Più volte è stata paventata dal presidente della Lega di C, Ghirelli, come l’unica soluzione per il futuro dell’interno sistema calcio ma ad oggi nessuna novità.

S
Come Sagramola Rinaldo. L’amministratore delegato rosanero non riscuote nessuna simpatia tra i tifosi del Palermo perché è ritenuto, insieme al direttore sportivo Renzo Castagnini, il principale colpevole di un 2021 che tutto può essere considerato tranne che positivo per il colori rosanero.

T
Come tifosi, pochi purtroppo sugli spalti del Barbera. Prima sono stati tenuti lontano dal covid che ha impedito l’apertura degli stadi, poi, molti, da una forma di protesta nei confronti di una società che paga un non ben definito peccato originario.

U
Come unici, ovvero come sono sempre stati e come continueranno ad esserlo per sempre i colori del Palermo. E se è vero che anche il Psg ha deciso di adottarli per la sua seconda maglia un motivo ci sarà pure.

V
Come Virus. Questa maledetta pandemia ha cambiato la vita di tanti e purtroppo non accenna a placarsi. Ovviamente anche il calcio e di conseguenza il Palermo e i suoi conti ne hanno risentito pesantemente.

Z
Coma Zamparini. E’ vero non c’entra più nulla direttamente con il nuovo Palermo, anche se tanti continuano a rimpiangerlo, ma quanto gli è accaduto in questo 2021, la morte del povero Armando e il suo ricovero in terapia intensiva, nessuno potrà dimenticarlo.

LEGGI  ANCHE

Di Piazza presenta reclamo contro il rigetto del sequestro delle quote di Hera Hora

Lecce, Mattia Felici potrebbe ritrovare il Palermo da avversario

Rosa in vacanza: Odjer si sposa, Valente incontra ex Palermo. Il 1º gennaio si torna in campo

Serie C, non solo Catania: 9 club sull’orlo del baratro

Palermo, aperto nuovo hub per tamponi gratuiti: ecco dove

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui