maita

Tornano a parlare i galletti dopo la cocente sconfitta patita nell’ultimo turno di campionato contro la Juve Stabia. Sulle frequenze di RadioBari, difatti, è intervenuto uno dei protagonisti della stagione del Bari, Mattia Maita. L’ex giocatore del Catanzaro, nativo di Messina, ha analizzato la partita, volgendo lo sguardo verso la stagione.

Di seguito le sue parole:

Sono partite che possono capitare nell’arco di un campionato. Non è che ci siamo impegnati di meno: capita che una partita vada male. Le sconfitte aiutano a crescere. Il campo in sintetico? Francavilla è un campo a parte. Quello di Castellammare invece non è male. C’è una fase di adattamento al campo, noi ci alleniamo e giochiamo sul campo naturale. Il campionato? Sapevamo non fosse una passeggiata. Non ci aspettavamo di fare due sconfitte. E’ normale che le altre ne approfittino, ma stiamo tranquilli. L’equilibrio è importante. Non siamo ciucci adesso, non eravamo fenomeni prima“.

Sul campionato, il messinese ha poi aggiunto:

“Il Catanzaro è stato agevolato dai casi di positività del Messina. Il Palermo è molto forte. Il Monopoli non mi aspettavo pareggiasse. Ma pensiamo a noi stessi: dobbiamo tornare a marciare come prima”.

Per il Bari, ricordiamo 27 punti in campionato che gli permettono di essere la prima della classe nel girone C di Lega Pro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui