pastore

In un’intervista ai microfoni di Football Show, l’ex rosanero, tra le tante, Javier Pastore, ha parlato del suo rapporto con l’Italia conclusosi con il trasferimento in Spagna.

Il trequartista di Cordoba, acquistato lo scorso 4 settembre 2021 dall’Elche, squadra del massimo campionato spagnolo, dopo aver militato prima nel Palermo, poi nel Paris Saint Germain, ha trascorso tre anni a Roma per poi chiudere la carriera in giallorosso con una risoluzione consensuale comunicata dal club stesso.

A distanza di pochi mesi da una nuova avventura con la maglia dell’Elche, il 32enne argentino parla delle motivazioni che lo hanno spinto a trasferirsi in Spagna.

Pastore al Palermo

Pastore arriva al Palermo nell’estate del 2009 dall’Huracan per 7.000.000€. L’esordio in maglia rosanero arriva il 15 agosto di quello stesso anno in Coppa Italia contro la Spal, gara in cui il trequartista ha giocato tutta la partita, terminata per 4-2 a favore dei rosanero grazie alle reti di Simplicio, Cavani e la doppietta di Fabrizio Miccoli.

Il primo gol in maglia rosanero arriverà il 30 gennaio 2010 contro il Bari, nella trasferta in cui i rosanero persero contro i Galletti col risultato di 4-2. Alla fine della prima stagione in rosanero Pastore avrà collezionato 37 presenze accompagnate da 3 reti e 9 assist, ma sarà l’annata successiva quella che lo consacrerà a livello europeo. Con 40 presenze stagionali condite da 13 reti e 7 assist, Javier Pastore attira l’attenzione di mezza Europa. Avrà la meglio il PSG, che nell’estate del 2011 acquisterà il fantasista argentino per 42.000.000€. Dopo tanti anni a Parigi, il giocatore decide di tornare in Italia, precisamente alla Roma, nell’estate del 2018. Un’esperienza nel club capitolino che non sarà particolarmente fortunata.

Le dichiarazioni di Javier Pastore

“Ho passato 3 anni in Italia dove non ho avuto la possibilità di giocare. Questo cambio di club mi ha fatto bene. Ora sto molto bene all’Elche, con il gruppo, con la squadra e con la città. Le persone qui sono tutte fantastiche. Avevo perso la fiducia – aggiunge Pastore –, ma non ho mai pensato di smettere”.

“Mi sento bene fisicamente, posso allenarmi tutti i giorni ed essere disponibile per una partita” – conclude.

LEGGI ANCHE

Probabili formazioni Catanzaro-Palermo: esordio Crivello dal primo?

Serie C/C, c’è la data di recupero di Catania-Vibonese: il comunicato

Palermo, 23enne scompare: l’appello dei familiari di Giuseppe

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui