Walid Cheddira, nuovo attaccante del Bari, è stato ospite a RadioBari. Ecco le parole dell’ex attaccante del Parma:

Appena ho saputo che il Bari stava sulle mie tracce non ho esitato nemmeno un secondo. La piazza è molto importante e difficile da rifiutare: sono molto orgoglioso di vestire questi colori. Neqrouz? Sì ho sentito parlare di lui. Ho visto che ha fatto bene, spero di emulare le sue gesta. Io sono nato in Italia, i miei genitori sono di origini marocchine, si sono trasferiti da quarant’anni. Siamo italiani al cento per cento. I numeri parlano: non ho fatto moltissimi gol, ma metto in campo tantissima voglia, fame e corsa. E questo porta benefici ai miei compagni. L’anno scorso ho preso 9 calci di rigore e questo ha aumentato il bottino del mio partner d’attacco. Antenucci? Mi ha fatto un’impressione straordinaria, vedere dal vivo questi calciatori stimola a far bene e a prenderli come esempi. Il mio ruolo? Nel reparto offensivo mi trovo bene in tutti i ruoli: prima punta, seconda, dietro le punte. Riesco a trovare gli spazi giusti, davanti riesco a fare tutti i ruoli”.

Per l’attaccante italiano lo scorso anno in forza al Mantova, 9 gol messi a segno dopo i 10 della stagione prima in Serie D.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui