Inizia EURO 2020. Dopo lo stop della pandemia, un anno dopo sarà l’Italia di Roberto Mancini a dare il calcio d’inizio della gara inaugurale contro la Turchia alle ore 21, presso lo “Stadio Olimpico” di Roma.

Mancini conferma il suo 4-3-3 per l’esordio degli Azzurri. In porta ci sarà Donnarumma. Florenzi e Spinazzola agiranno da terzini, mentre Chiellini e Bonucci formeranno la coppia centrale. A centrocampo dovrebbero trovare spazio Barella, Jorginho e Locatelli, date le assenze di Pellegrini (infortunato, convocato in extremis Castrovilli) e Verratti (che dovrebbe recuperare per la sfida contro Svizzera del 16 giugno). Davanti giocherà il tridente, con Insigne e Berardi larghi e Immobile al centro dell’attacco.

ITALIA (4-3-3) probabile formazione: Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne

La Turchia di Senol Gunes non si affida al tradizionale 4-4-2, ma apporta qualche cambiamento alla sua formazione: sarà un 4-2-3-1. La novità è rappresentata dal doppio mediana davanti alla difesa: Ahyan accanto a Yokuslu, che abitualmente ricopre quella posizione. In attacco, Karaman, Calhanoglu e Yazici agiranno dietro la prima punta del Lille Burak Yilmaz. In difesa giocherà Demiral, mentre l’altro giocatore del Sassuolo, Muldur, partirà dalla panchina.

TURCHIA (4-2-3-1) probabile formazione: Cakir; Celik, Soyuncu, Demiral, Meras; Yokuslu, Kaan; Karaman, Calhanoglu, Yazici; Yilmaz.

LEGGI ANCHE

Jacopo Manconi corteggiato dal Palermo? Le parole del procuratore a TP.it

Palermo, l’attacco si rifà il look: l’idea di mercato arriva dalla Serie C

Abdoul Guiebre potrebbe essere l’uomo giusto per il Palermo

Filippi, i giovani in rosa, qualche veterano e 4/5 nuovi. Il nuovo Palermo…

Piano A, B e C ovvero tre scenari per il futuro del Palermo

“Rom di Milano è mia zia, potrei avere incontrato Denise Pipitone”. La nuova testimonianza

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui