Palermo

E’ giusto che i calcoli vengano fatti alla fine della stagione ed è ovvio, che i tifosi del Palermo insieme alla società si augurano che vengano fatti più tardi possibile. La speranza, è quella infatti di vedere i rosanero lottare fino all’ultimo per un posto nella prossima Serie B. E’ evidente, tuttavia, che la dirigenza qualche conticino lo abbia già fatto in queste 10 partite che hanno visto al timone Giacomo Filippi, subentrato a Boscaglia 2 mesi fa circa.

Dove si giocava la permanenza

Allora riformuliamo la precedente asserzione in questa: “Ogni decisione si prende a fine stagione”. E’ chiaro che i calcoli si sono fatti già, magari al triplice fischio di Virtus Francavilla-Palermo. E poi, diciamo la verita: Filippi il grosso lo ha già fatto piazzando questa squadra là dove non era mai stata, ossia al 7° posto in classifica. Ed era su questo aspetto che probabilmente il tecnico di partinico si giocava le sue carte per il futuro, più che sui playoff. Agli spareggi promozione, infatti, è difficile immaginare un miracolo rosanero vista la posizione di classifica che ha comunque regalato la possibilità di giocare il primo turno in casa.

I numeri straordinari di Filippi

Resta, però, la grandezza dell’impresa da compiere se banalmente il motivo per cui si giocano gli spareggi è quello di ottenere la promozione in Serie B. Insomma alla fine non si sminuisca il lavoro di questo allenatore se il risultato sarà una eliminazione al secondo turno. Se mai, qualora i rosanero dovessero andare avanti, la posizione di Filippi sarebbe ancora più salda. I numeri in campionato, poi, parlano per lui: su 10 partite 20 punti su 30 conquistati con 6 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte; 18 i gol fatti, 15 quelli subiti per un totale di 4 reti inviolate. In trasferta sono arrivate ben 4 vittorie.

Piccoli accorgimenti hanno permesso di sognare

Che dire poi del modulo, tornato finalmente sempre uguale a trasmettere solidità tattica alla squadra. Finalmente una formazione “tipo” trovata sia negli schemi che negli interpreti. Un gruppo ritrovato anche dal punto di vista morale, unito ora più che mai in questa stagione sofferente. Tutti hanno fiducia e con piccoli e semplici accorgimenti Filippi è riuscito a dare speranza anche ai tifosi, che adesso credono nel miracolo. 

Aria di riconferma

Non ci sarebbe motivo di pescare altra merce, quando le cose sono andate bene con questo allenatore. E la società, ci risulta che stia seriamente pensando ad un rinnovo del tecnico e del suo antidoto, che fin qui ha funzionato. Ogni comunicazione sarà rimandata alla fine degli impegni, ma per Filippi c’è aria di riconferma. Il grosso è stato fatto, adesso si tratta solo di andare oltre e stupire davvero tutti, adesso, magari, con qualche pressione in meno.

1 commento

  1. Purtroppo questa società non è in grado di portare il Palermo dove merita ovvero prima in serie B e poi in serie A. Speriamo che ci sono investitori importanti per comprare il Palermo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui