Palermo

Dopo il pereggio contro il Bari, immeritato per quanto visto in campo, ha analizzato lucidamente la prestazioni dei suoi mister Giacomo Filippi. Il tecnico del Palermo si è detto rammaricato per i due punti lasciati in terra pugliese ma non vuole che la sua squadra di abbatta adesso in vista delle ultime due gare di campionato. Ecco le sue parole:

“Solo rammarico per oggi. I ragazzi hanno fatto 70 minuti straordinari, ma poi ci sono degli inconvenienti. Abbiamo fatto una buona prestazione, raccogliendo un ottimo punto. Sono contento di quel che hanno fatto i ragazzi.”

“I cambi? Quattro dei cinque sono legati a dei problemi fisici. Marconi ha risentito di un problema al polpaccio. Floriano rientrava e vedeva e dovevamo provare. Peretti ha accusato un problema all’adduttore e Rauti ha avuto i crampi. Nell’intermezzo ho cercato di mettere anche Odjer. Purtroppo non ci voleva l’infortunio di Almici”.

“La partita di oggi ci ha dato dei segnali positivi, ma è stata un’ottima gara. Siamo in crescendo; mettiamo che è stata la quinta partita nelle ultime gare. Sono fiducioso di come stanno interpretando i ragazzi.. Vogliamo migliorare tutto quello che di buono non è stato fatto nella stagione”.

“La strada è quella che abbiamo intrapreso e che stiamo percorrendo. Ci interessa giocare a Bari, come abbiamo giocato altre volte in trasferta. Dobbiamo metterci dentro al campo e l’atteggiamento è quello giusto”.

“Floriano voleva continuare a giocare e mi avevano rassicurato che poteva continuare. A due minuti di partita, mi ha però detto “Mister, c’ho un fastidio”. Comunque, è entrato Santana che anche oggi ha fatto giocate strabilianti e ha fatto vedere che giocatore è”.

“L’unico rammarico è l’infortunio di Almici ma non solo per questa partita, anche per il prosieguo. Sono sicuro che se avessimo giocato in parità numerica, l’avremmo portata a casa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui