Lollo

La 36esima giornata di Serie C/C regalerà a tutti gli appassionati di calcio, uno scontro che poco c’entra con la categoria: Bari-Palermo.

Entrambe le compagini stanno attraversando un periodo calcistico-storico abbastanza sottotono con i presidenti De Laurentiis e Mirri, ben lontani da altri numeri 1 del passato; entrambi hanno rilevato le proprie società in Serie D e, dopo il primo anno positivo con la vittoria del campionato di riferimento, le stagioni nelle terza categoria italiana non hanno per niente accontentato i tifosi.

Uno sguardo alla classifica

I padroni di casa, dopo un inizio super, sono stati costretti ad alzare bandiera bianca per la troppa superiorità della Ternana, guidata da Cristiano Lucarelli. L’esonero di mister Auteri in favore di Massimo Carrera non ha dato gli esiti sperati, il Bari si ritrova al terzo posto a quota 59 punti, a -6 dal secondo posto occupato dall’Avellino.

Il Palermo, a differenza del Bari, ha ancora più da recriminare essendo all’ottavo posto a quota 46 punti. Troppi punti persi per la squadra prima di Boscaglia e dopo di Filippi.

Durante il mercato estivo, un giocatore adesso in forza al Bari, è stato a lungo accostato come acquisto della squadra del capoluogo siciliano: stiamo parlando di Lorenzo Lollo.

Lorenzo Lollo

Lorenzo Lollo è un centrocampista tuttofare nato nel 1990 a Carrara, in Toscana; calcisticamente nasce a La Spezia, nella quale compie tutta la trafila nelle giovanili e nel 2008, dopo il fallimento della società, passa alla primavera della Fiorentina.

Con la formazione viola resterà una sola stagione senza però esordire mai in prima squadra. L’esordio con i ‘grandi’ non tarda ad arrivare perchè la stagione successiva torna dove tutto ebbe inizio, allo Spezia.

Con i liguri resterà 4 anni, e saranno 4 stagioni da urlo, con 2 doppie promozioni arrivando dalla Serie C2 fino in Serie B. In totale saranno 54 le gare con la maglia dello Spezia, lasciando la rosa nella stagione 2012-2013 per approdare al Carpi.

Carpi e promozione in A

Con la casacca del Carpi Lollo approda ad un livello maggiore, la prima stagione in B colleziona 34 partite e 2 gol, ma è la stagione successiva quella della consacrazione con la promozione dalla Serie B alla massima categoria dopo una stagione con 35 partite e 3 gol, ottenuta col primo posto (80 punti).

Fa il suo debutto in Serie A il 30 agosto 2015, nella gara interna contro l’Inter, persa per 2-1. Il 9 gennaio 2016 segna nella vittoria contro l’Udinese il suo primo gol in carriera nella massima serie. Si ripeterà poi contro la Sampdoria e Genoa, concludendo la sua avventura in A con 3 gol in 27 gare. La stagione termina con la retrocessione del club emiliano, ciononostante Lollo rimarrà anche in Serie B.

La quarta, ed ultima stagione con gli emiliani, si conclude con 41 gare e 1 gol decidendo di lasciare la squadra al termine dell’annata dopo la doppia finale persa per l’approdo in A.

Empoli e poi il ritorno in Serie C

Nell’estate del 2017 si accasa all’Empoli, squadra con la quale otterrà ancora la promozione in Serie A con 24 partite. Le prestazioni nell’annata precedente non convincono la società Toscana che non confermerà il centrocampista per la stagione in Serie A, rimanendo fuori rosa fino a gennaio.

Lollo, terminato il matrimonio con l’Empoli, approda in Serie B prima con Padova e poi con il Venezia totalizzando in totale 41 gare in una stagione e mezza.

Bari

All’età di 30 anni Lorenzo Lollo decide di tornare in Serie C e dopo un tira e molla con il Palermo, decide di firmare con una diretta concorrente: il Bari.

Con il Bari non riesce a brillare, totalizza 27 presenze ma con il solo 34% di presenze dal primo minuto. E se fosse arrivato al Palermo?

Con il Palermo sicuramente Lollo avrebbe ottenuto la maglia da titolare con più costanza, soprattutto a Boscaglia che nel suo centrocampo a 3 avrebbe fatto comodo un giocatore di sostanza e di esperienza come Lorenzo Lollo.

Bari-Palermo una partita che avrebbe detto ben altro, se solo le squadre avessero rispettato le aspettative. Non ci resta che vedere uno scontro tra due squadre che difficilmente si risparmieranno, vista anche l’accesa rivalità.

LEGGI ANCHE

Bari, De Risio: “Palermo? Gioca bene a calcio, sarà una bella partita”

Ghirelli sul pullman danneggiato al Palermo: “Un gesto che condanniamo fermamente”

Primavera, la meglio gioventù rosanero: la squadra nata dal nulla è ora al vertice

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui