Cavese Palermo

Boscaglia nella seconda parte della conferenza post-partita analizza anche la prestazione dell’arbitro e dei singoli. Un parere anche sul rosso a Saraniti e su come questa partita sia stata preparata alla vigilia. Ecco tutte le dichiarazioni della seconda parte:

Diventerebbe troppo semplice parlare dell’arbitro dopo una sconfitta. Devo rivedere il fallo di Saraniti, ma secondo me, pur essendo gamba tesa, non era da espulsione. Nel dubbio, gli arbitri vanno molto spesso a favore dei difensori. Ci ha fischiati tanti falli in attacco e, con lo stesso metro di giudizio, avrebbe dovuto fischiarci qualche rigore. In generale però, l’arbitro non è stato determinante”

“Da parte nostra non è stata caricata troppo questa partita. Non avevamo neppure il tempo di farlo. Sicuramente ci tenevamo tanto. Andrea è entrato con voglia: ha preso l’ammonizione e ci può stare. Negli ultimi minuti, l’arbitro ha fischiato tanti falli contro di noi e questa cosa può farti innervosire. Ma va bene così: li volevo aggressivi e anzi potevamo esserlo ancora di più sulle seconde palle”.

De Rose non ha nulla. Saraniti non ha fatto nulla di strano: era un fallo di gioco, non di reazione. Il ragazzo era tristissimo, quasi in lacrime. Aveva anche sfiorato il gol di testa: aveva messo tanta grinta appena entrato in campo”.

Vedremo a fine campionato se riusciremo a vincere con chi ci sta sopra. La partita non può essere valutata da questo punto di vista: noi li avevamo chiusi. Anche i cambi avevano questo senso: Silipo serviva per sfondare sull’out di destra. Non parlerei del fatto che con le squadre sopra non vinciamo. Ma è più una casualità”.

“Non dovevo confrontarmi su certe dinamiche per le scelte che ho fatto. I giocatori devono accettare le mie scelte. Sono dovute a vari fattori, ad esempio al fatto che abbiamo dovuto giocare tanto nell’ultima settimana. Prendiamo decisioni in base alla forma dei giocatori: non c’è altro da aggiungere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui