fidanzata/o

Da ieri la Sicilia è zona gialla: cambia qualcosa in tema di contatti sociali?

Ma soprattutto, nel nuovo Dpcm in arrivo venerdì 4 dicembre, detto decreto Natale, sono previste aperture nei confronti della vita di relazione degli italiani?

Fidanzate/i, amici, parenti: è stato il tormentone della prima fase di questa pandemia che ha deciso di rovinare il 2020, sperando che nel 2021 conceda una tregua.
Il tema delle visite alle compagne, fidanzate/i o anche a semplici amici e parenti ci ha accompagnato nella primavera scorsa e torna d’attualità anche in questo periodo in cui il Governo ha deciso di mettere in campo ulteriori ristrettezze e limitazioni per fronteggiare il crescendo costante dei contagi.
E torna d’attualità il tema degli spostamenti e delle visite.
Perchè al da la del fatto che i negozi sono chiusi il sabato e la domenica e che bisogna stare sempre con la mascherina , le domande della gente sono soprattutto quelle relative alla loro vita di relazione.
Proviamo a rispondere analizzando le regole previste per la zona gialla che , al momento, sono quelle che riguardano la Sicilia, sperando che la situazione non degeneri e si scivoli nuovamente in zona arancione.
Analizziamo le limitazioni rispetto agli spostamenti facendo riferimento solo a documenti ufficiali e partiamo dal sito del Governo che ha preparato una tabella sulle diverse regole da rispettare per le varie zone.
Limitiamoci alla voce spostamenti e in zona gialla: c’è il coprifuoco (cioè bisogna stare a casa) dalle 22,00 alle 5,00 del mattino. Anche in gialla il coprifuoco resta.
Questa la regola generale a cui ci si può sottrarre solo per ragioni di salute, di lavoro o di particolare necessità.
Andando sulla pagina del sito del Governo, (http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638) e cliccando sulle Faq (domande frequenti) relative agli spostamenti leggiamo:
Quali sono le regole valide nella mia area per gli spostamenti? Ci sono dei divieti? Si può uscire per andare al lavoro? E a trovare parenti o congiunti?
Nell’area gialla è consentito spostarsi anche fuori dal proprio Comune, dalle 5 alle 22, senza necessità di motivare lo spostamento. Dalle 22 alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
È sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
Dalle 22 alle 5 anche all’interno del proprio comune, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati …
.

Posso andare ad assistere un parente o un amico non autosufficienti? Sì, è una condizione di necessità e quindi non sono previsti limiti orari.

Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli minorenni? Sì. Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti.

Vista così sembrerebbe consentito andare a trovare amici o fidanzati e poi fare ritorno a casa, visto che leggiamo: È sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Vale pe la zona arancione figuriamoci per la gialla.

Ma non è proprio così: leggendo le circolari  del Ministero dell’Interno, viene qualche dubbio, perchè la visita a fidanzati o parenti non è inclusa fra le cause di necessità.

Leggiamo: “La citata disposizione stabilisce un generale divieto di spostamenti dalle ore
22.00 alle ore 5.00, fatta eccezione per la sussistenza di cause eccettuative, relativamente alle quali la disposizione in commento elenca quelle motivate da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero determinate da motivi di salute….”

Insomma le stesse norme non chiariscono. E si resta nella discrezionalità di chi ci ferma per un controllo. E non va bene…

In linea di principio generale, e per non incorrere in sanzioni, dovremmo attenerci alla regola nazionale che dalle 22,00 alle 5,00 bisogna stare assolutamente a casa e che sono giustificati ad uscire solo coloro che hanno urgenti motivi di lavoro, salute o particolari esigenze. E nel nuovo Dpcm di Natale in arrivo fra pochi giorni non sono previse deroghe o cambiamenti sostanzali alla voce mobilità e spostamenti.

.
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui