L’argentino ha aderito alla raccolta di fondi per la città “ Anche i tifosi ci diano una mano ad aiutare chi soffre”.
L’altro ex Cassani “Palermo ci ha accolto come figli è il momento di restituire l’amore”

Questo il titolo di Repubblica, oggi in edicola

Un’ottantina di donazioni per un totale di circa 17.500 euro sulla piattaforma Gofoundme. Eccoli i primi gol dello squadrone rosanero lanciato da venticinque ex scesi in campo “ Insieme per Palermo”.
Inizia così l’articolo di Valerio Tripi che riporta l’adesione dell’ex rosanero Pastore alla campagna di raccolta fondi da destinare ai più bisognosi cittadini palermitani che in queste ore stanno soffrendo anche una forte difficoltà economica.
Pastore e Balzaretti hanno un legame in più con Palermo: non solo sono stati ex giocatori ma hanno anche sposato donne palermitane.
La modella Chiara Picone l’argentino, l’etoile Eleonora Abbagnato Balzaretti.
I messaggi di solidarietà di tanti ex rosanero che non dimenticano Palermo perchè “ti resta nel cuore l’affetto della gente”.

Pastore: “Con gli ex compagni abbiamo scelto di lanciare questa iniziativa per chiedere un piccolo aiuto, ognuno con le proprie possibilità, perché anche una piccola cifra può dare un grande aiuto e fare tanto per tante famiglie.. Mi rivolgo a tutti i tifosi e gli sportivi palermitani, unitevi alla nostra squadra. È un momento difficile, ma faremo di tutto per aiutare chi ha bisogno e fare passare nel migliore modo possibile questo momento di difficoltà. Il coronavirus è un’emergenza sanitaria e dobbiamo rimanere a casa, ma è anche un’emergenza sociale per chi non può andare a lavorare ma ha ugualmente bisogno di mangiare“.
L’orgoglio di chi indossa attualmente la casacca rosanero ed è palermitano di nascita, Andrea Accardi:
Sono fiero del senso di responsabilità che stanno dimostrando i palermitani. Sono vicino a chi sta soffrendo per questa crisi, non soltanto chi è stato contagiato ma anche chi è in cattive condizioni economiche. Per un genitore è una tragedia non garantire un pasto ai propri figli, per questo è fondamentale che le istituzioni sostengano concretamente coloro che in questo momento non possono lavorare. Non mi sarei mai immaginato di vivere un’esperienza simile. Sto vivendo l’isolamento insieme ai miei genitori, non vedo da giorni la mia fidanzata Alessia, mia sorella, mio fratello e i miei nipoti. Non vedo l’ora di abbracciare i miei cari e i miei compagni di squadra“.
.
SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui