Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto in conferenza stampa per annunciare ciò quanto deciso dal Consiglio dei Ministri:

Un’altro aspetto significativo è che abbiamo regolamentato in modo lineare i rapporti tra le autorità centrali dello stato e le regioni. Abbiamo introdotto una multa che va dai 400 ai 3000 euro. Sono soddisfatto dalla reazione che gli italiani stanno avendo nel rispettare le restrizioni. Le forze dell’ordine stanno facendo una grande lavoro e la stragrande dei cittadini si sta conformando. Questo ci deve rendere orgogliosi.

Da questa mattina purtroppo assisto alla diffusione di una bozza precedente, che non va considerata assolutamente. Non ci saranno assolutamente il blocco fino al 31 luglio. Non c’è nulla di vero, per niente. Le misure restrittive non verranno prorogate fino al 31 luglio. Questa data astratta del periodo di emergenza, emanata fin dal primo gennaio, ma non c’entra nulla con le restrizioni. Noi siamo pronti ad allevviare queste misure anche prima, siamo fiduciosi che si possa finire molto prima e che si possa tornare alla normalità. Anzi sono sicuro che questa esperienza ci migliorerà parecchio. Abbiamo tanto tempo per riflettere e trarremo degli insegnamenti.

Scioperi? Non abbiamo paura, la soluzione migliore è sempre quella del dialogo con le diverse parti sociali. Questo è il periodo del confronto che è ancora più accentuato in questo periodo di emergenza. L’Italia non ha mai affrontato problematiche di questo tipo, col senno di poi si può dire ‘Si poteva far meglio’, ma qualcosa qualcuno deve per forza perdere. Mi auguro che non ci siano scioperi, in questo momento il paese non se lo può permettere. Sara garantito il rifornimento del carburante, per quanto riguarda la decisione dei benzinai“.

SEGUICI SU: FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui