Sagramola: “Sosta più lunga, nel Palermo veri professionisti”.
Il sacrificio degli atleti. «Abbiamo chiesto a tutti di restare qui, alcuni anche senza i propri cari».
Slittano gli allenamenti. «Aspettiamo decisioni, noi ci adegueremo. La ripresa ritengo sarà ancora a porte chiuse».

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola.
Una convinzione che col passare dei giorni si sta tramutando in certezza: «La data del 3 aprile è stata fissata in un primo momento, ma credo che sarà spostata un po’ più in avanti».
Inizia così l’articolo di Benedetto Giardina che riporta le parole dell’Ad rosanero, sempre più convinto che la ripresa dei campionati sarà sicuramente spostata in avanti e sicuramente si tornerà a giocare senza pubblico.
“Probabilmente quando si riprenderà a giocare, lo si farà pure a porte chiuse… Noi aspettiamo di capire cosa faranno gli altri, poi decideremo di conseguenza, sempre mettendo la salute dei nostri tesserati al primo posto… Immagino che i vari Ricciardo, Sforzini e Martin stiano soffrendo maggiormente la lontananza dai loro cari, dalle loro compagne o dai loro figli. Loro sono veramente soli in questa fase e probabilmente la stanno
subendo più degli altri, ma il problema non riguarda soltanto noi… Abbiamo le nostre chat di gruppo, inoltre in questi giorni mi è capitato di incontrare anche Silipo e Kraja al supermercato per fare la spesa. Li ho visti entrambi bene, lo spirito è quello giusto. Un po’ tutti, però, credo che stiano passando questo periodo senza problemi. Mi sembrano tutti comunque ben inseriti, dialogano quotidianamente attraverso i social e lo fanno anche con i tifosi. Sentono il loro affetto e questo fa soltanto piacere, è bello anche che ricambino…”

.
SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui