L’informazione sanitaria purtroppo sta prevalendo su quella sportiva da quando Palermo si è scoperta essere fra le poche città italiane in cui è stato acclarato in caso di positività al Coronavirus.

Alla luce delle esperienze vissute nelle altre regioni italiane e delle disposizioni del Governo Nazionale in tema di manifestazioni sportive, non si può escludere che anche la partita tra Palermo e Nola possa subire delle variazioni.

In particolare un’ipotesi attendibile potrebbe essere quella di giocare la partita a porte chiuse onde evitare eccessivi assembramenti di persone. Questa ipotesi potrebbe realizzarsi particolarmente in due casi: nel primo si tratterebbe di una pura prevenzione, al fine di evitare eventuali contagi di massa, malgrado nella città non sia stato riconosciuto alcun focolaio.

Nel secondo caso, il più pessimistico, la città potrebbe trovarsi nella cosiddetta “zona rossa” o nei dintorni di un’eventuale “zona rossa”, il che porterebbe a quanto già accaduto nel Nord Italia, alla sospensione delle partite o alla chiusura dei cancelli per i tifosi.

Potrebbe anche accadere quanto successo nel Lazio, in occasione dell’ultima partita casalinga della Roma: malgrado qualche caso acclarato di Coronavirus nella regione, la partita Roma-Lecce si è disputata regolarmente con la presenza del pubblico.

Ancora nulla è certo, e le autorità competenti stanno in queste ore lavorando alacremente per garantire a tutta la popolazione la massima salvaguardia sanitaria. Qualora dovessero esserci aggiornamenti in tal senso, non mancheremo di informarvi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui