Titola così l’articolo di Benedetto Giardina sul Giornale di Sicilia, sottolineando come il giovane di proprietà della Roma abbia scalato le gerarchie ed oggi a Licata abbia ottenuto la sua chance da titolare.

Un posto che si è guadagnato a suon di gol spettacolari e di prestazioni che hanno sempre impressionato i tifosi rosanero ma adesso arriva il test Licata in cui il classe 2000 dovrà dimostrare maturità e spirito di sacrificio per un’intera gara in entrambi le fasi, sia quella offensiva che quella difensiva.

Non dovrà far rimpiangere il suo amico e coetaneo Felici, che in queste ultime gare è sicuramente a corto di energie e che ha pagato l’exploit proprio del n°30 rosanero.

Non è la prima volta che Felici si accomoda in panchina: era accaduto in una situazione di emergenza, quando però il suo sostituto era stato Fallani in porta proprio per la regola degli under. Adesso però le brillanti prestazioni di Silipo, hanno permesso anche un balzo nelle gerarchie e una chance per il giovane che dovrà confermare quanto fatto vedere nelle ultime partite.

Ne è passato di tempo da quel Palermo-Marsala… da quei fischi rivolti a Pergolizzi per un cambio che sembrava inconcepibile e poi diventato una consuetudine, ovvero Felici sostituito. Qualcosa che sembrava all’inizio inconcepibile anche per gli stessi tifosi rosanero che adesso invece si godono le prodezze del giovane Silipo, che proprio in quella partita ha subito messo la propria firma sul tabellino dei marcatori.

La sfida al D.Liotta sarà un test importante anche per verificare il rendimento di Silipo da titolare in vista di una considerazione non indifferente: Felici è diffidato da parecchie giornate. Dovesse ricevere un cartellino giallo, il primo sostituto sarebbe sicuramente Silipo. E testarlo da titolare qualche gara prima, e non gettarlo subito nella mischia, è sicuramente una scelta saggia.

Un esordio meritato sicuramente ma al tempo stesso necessario.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui