Pelagotti, fa un passo indietro. Il “custode” dei pali rosanero fa il punto della situazione sul suo arrivo a Palermo e spiega come questa trattativa sia stata possibile. Il giocatore, non si è ovviamente risparmiato sul suo futuro ed è stato molto chiaro anche su questo argomento: “Voglio arrivare fino in serie A con il Palermo”.Di questo e di molto altro ha parlato il numero 1 rosanero ai microfoni di TuttoMercatoweb. Ecco le sue dichiarazioni principali:

Il giocatore mette le cose in chiaro su quello che deve essere l’obiettivo stagionale: “Centrare promozioni, possiamo dire la nostra in questo campionato, nonostante qualche difficoltà. Dobbiamo fare un boccone di questa D, poi ci mettiamo al tavolo e i direttori costruiranno una squadra per vincere la C. Sono sicuro al 100%”.

Come è nata l’idea di venire qui?: “Ero al bar, la mattina. Ho detto “spero mi chiami il Palermo”. Ed è arrivato davvero, pur non avendo nessun sentore. Non avevo sognato nulla, solo ci speravo. Avevo richieste dalla B, ma per come sono fatto io… non so se sia maturato, ma volevo un progetto, non giocare per salvarmi o metà classifica. Fosse arrivata una squadra veramente forte ok, ma non è successo. Così ho preferito questa scelta per un futuro importante qui”.

Alcune parole anche per Felici: “Sono rimasto colpito dalla qualità di Felici. Io gli rompo le scatole, si può dire? Gli sto addosso perché può dare tanto tanto tanto di più. Ha le qualità tecniche per giocare in un’altra categoria, ma se non lavora… rimane un giocatore normale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui