Il giorno dopo la comunicazione delle sue dimissioni un bruttissimo episodio ha coinvolto l’ ad del Catania Pietro Lo Monaco, che è stato aggredito sul traghetto durante la traversata per raggiungere Potenza dove il Catania avrebbe dovuto, a questo punto, disputare la partita di Coppa Italia contro il Potenza Calcio.

L’aggressione è avvenuta ad opera degli ultras catanesi e la società, in modo tempestivo, ha deciso di fermarsi e di rientrare clamorosamente in città a poche ore dalla partita.

La decisione è stata ufficialmente comunicata dal Calcio Catania attraverso un comunicato questa mattina, di cui vi riportiamo il contenuto: “La vile e vergognosa aggressione subita oggi dall’ amministratore delegato Pietro Lo Monaco da parte di ultras catanesi a bordo della nave traghetto durante il viaggio per raggiungere Potenza, già prevedibile alla luce dello striscione intimidatorio esposto in città e di quanto denunciato dal nostro amministratore delegato in occasione della conferenza stampa tenuta ieri, ci obbliga a fermarci. Conseguentemente, la squadra rientra a Catania.

Questa scelta del club comporterà conseguentemente il rischio di non disputare il match e la possibilità che il Catania venga escluso dalla competizione.

Tutto ciò, ancora una volta, a causa di pseudo-tifosi che fanno dell’intimidazione e della violenza la loro arma quotidiana per identificarsi come “tifosi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui