Il Trapani è atteso al varco, basta giustificazioni, proclami, adesso conta solo vincere. Non sarà facile in casa dello Spezia, una squadra che non si trova neanche al meglio della condizione. Tra due squadre non in salute, ecco cosa conteranno davvero: le motivazioni.

Sarà la sfida tra il presente ed il recente passato per il Trapani di Baldini che sulla sua strada incontrerà Italiano, il condottiero della storica promozione dello scorso anno, volato in Liguria in pieno caos societario post promozione. Il Trapani è in ripresa, due buone partite disputate contro Salernitana e Cremonese, tuttavia con un solo punto raccolto, la consapevolezza di non ripetere la brutta prestazione di Cittadella.

Ecco le parole di mister Baldini fiducioso per il buon momento dei suoi, migliorati agonisticamente :”Nelle ultime due partite abbiamo raccolto meno di quello che potevamo raccogliere, quindi dobbiamo andarci a prendere i punti che ci mancano a La Spezia. Abbiamo il giusto rispetto per un avversario che sappiamo essere forte, però siamo
consapevoli di essere in crescita e di avere fatto due buone prestazioni“.

Una sfida totalmente diversa rispetto alle precedenti. “Sicuramente faranno di tutto per non farci giocare-continua Baldini– dobbiamo sapere che sarà una partita completamente
diversa rispetto alle ultime due giocate in casa con squadre che ci lasciavano spazio, stavolta sarà diverso anche perché loro devono cercare i tre punti a tutti i costi e noi dobbiamo essere bravi a sfruttare i loro errori”.

Una sfida ad alta tensione, che segnerà il destino della squadra granata, del tecnico Baldini e di una città intera che sicuramente sognava un inizio di stagione diverso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui