Antonio Mazzotta non le manda a dire. Il palermitano di nascita e ormai ex terzino del Palermo, svincolatosi, è rimasto profondamente deluso ed amareggiato dopo la fine che ha fatto il suo Palermo, e ai microfoni della Gazzetta dello Sport, ha dichiarato quanto segue: “I personaggi della vecchia proprietà non la devono passare liscia, hanno ferito un’intera città che però non è morta. Lucchesi arrivava da sei fallimenti, Tuttolomondo ha fatto tante chiacchiere. Avevamo fiducia in Foschi ma quando lo hanno messo da parte abbiamo capito tante cose.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui