Delio Rossi, l’ultimo allenatore in carica al Palermo Calcio, è intervenuto sulla drammatica questione sportiva che sta riguardando in queste ore i rosanero, con i quali era sicuro di vincere i playoff. Il mister, ai microfoni di Foggia Today, ha ribadito che la società è mancata e si è impegnata soltanto in proclami e chiacchiere, senza mai pensare ai fatti:

Il Palermo? Non mi aspettavo tutto ciò, cioè, sapevo che ci fossero problemi derivanti dai tre anni precedenti, ma non mi aspettavo una fine del genere. Sono arrivato nelle ultime tre giornate con l’obiettivo di giocare i playoff e, probabilmente, li avrei anche vinti perché avevo una buona squadra. C’erano tutti i crismi per fare il salto. Poi a pochi giorni dai playoff c’è stata la retrocessione. Poi in Appello la squadra è stata riportata in B, e l’altroieri non si è iscritta al campionato. Ecco, anche in questo caso è mancata la società. Solo proclami e chiacchiere. 

Sul caos playoff e playout

Ha perso il sistema calcio. Perché le classifiche le detta il campo, non il tribunale. Quando comincia un campionato si dà per scontato che ci siano regole chiare per tutti, poi solo il campo deve essere giudice. Invece quest’anno abbiamo visto di tutto. Playoff disputati con lo scorrimento della graduatoria, playoff annullati e poi disputati, squadre retrocesse che già sapevano che sarebbero state ripescate. Tutto ciò è assurdo, per un uomo di calcio come me non è concepibile. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui