Carlo Cangemi

Penso ( e potrei anche scommetterci) che a breve succederà qualcosa di concreto, finalmente. Non lo dico io, lo dice la logica; lo dice un ragionamento che mette insieme dati e situazioni per poi trarre delle conclusioni. Potrebbe sembrare una notizia come le altre, ma la discussione prevista per il 24 gennaio alla Cassazione di Palermo potrebbe essere una spinta forte verso qualche novità importante. La Cassazione ,paradossalmente, potrebbe venire incontro alle esigenze di chiarezza della tifoseria rosanero. Spieghiamo perché.
Il giorno 24 Zamparini dovrà dimostrare che la richiesta di arresti domiciliari voluta dalla Procura e confermata dal Tribunale del Riesame (ma non operativa in attesa appunto della decisione della Cassazione), questa richiesta è motivata dalla possibilità che l’imputato possa reiterare il fatto cioè commetterlo nuovamente.
In genere la richiesta di misura cautelare viene fatta quando si pensa che l’imputato possa commettere nuovamente il reato o possa inquinare le prove.
Se il giorno 24 gennaio Zamparini dimostra di essere completamente estraneo e totalmente al di fuori della nuova società, il giudizio della Cassazione potrebbe esserne positivamente influenzato. Cioè Zamparini avrebbe una grossa freccia al suo arco per dimostrare di non essere più nelle condizioni di reiterare il reato che gli viene contestato, visto che non ha più nulla a che fare con il Palermo.
Logico dunque aspettarsi qualcosa di più concreto come ad esempio una variazione sostanziale alla Camera di Commercio, in cui fino ad adesso la pratica risulta sospesa e dove risultano sempre le vecchie figure.
Ma un altro aspetto concreto potrebbe essere l’immissione di denaro nelle casse rosanero per dare una svolta significativa ed un impulso forte verso la definitiva definizione di questa cessione che fino ad oggi sembra più un gioco di scatole cinesi ed un cumulo di comunicati fini a se stessi.
Insomma magari non saranno questi i fatti, ma scommetterei che qualcosa di più concreto delle belle ma fumose parole si verificherà. Se non oggi, quanto prima.

.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE