Questa mattina, al risveglio, una notizia tanto attesa avrà, con ogni probabilità, reso questo giorno diverso dagli altri; un giorno nel quale forse si potrà affermare e celebrare, la fine di un’era. In questi anni ne abbiamo sentite tante, troppe;  i tifosi sono stanchi, esattamente come il patron che, dopo migliaia di vicissitudini, stavolta sembra davvero essere arrivato al capolinea, come ampiamente confermato nella sua lunga e per certi versi emozionante, lettera d’addio. Oggi dunque, oltre che essere definita una giornata intensa e stracolma di novità, potremmo chiaramente affermare che si tratti di un giorno storico per la società rosanero, anche se, il ‘lupo’, ha troppe volte avvisato di stare sempre in guardia di fronte a tali vicissitudini. dopo aver detto la nostra, tifosipalermo.it, ha avuto l’immenso privilegio di ascoltare anche l’opinione di chi per anni, ha calpestato l’atmosfera dello stadio e che, dall’alto della sua passione straordinaria per questi colori, può più di ogni altro rappresentare il pensiero dei tifosi: “Penso che questa volta la cessione ci sia veramente, Zamparini era alle corde sotto tutti gli aspetti e anche a lui a questo punto conviene vendere, per poter risanare tutti i debiti”. Cosi sembra che, dalle parole di Delia romano, queste non siano soltanto dicerie e parole sparate nella confusione più totale, ma si  crede davvero in una rivoluzione, in una base societaria solida. Per quanto concerne la lettera e il suo contenuto ‘dolce’, la nostra Delia Romano ha espresso chiarmente il suo pensiero: “Per me il suo saluto è sincero, è un passionale che si è dovuto dividere tra imprenditoria e legame per squadra e tifosi”. Al tramonto di questa particolare intervista,si è ritornati alla solita questione dello stadio ‘deserto’; a tal proposito prevale lo scetticismo più alto mischiato ad un filo sottilissimo di speranza: “Non so se lo stadio tornerà a riempirsi,anche dopo la cessione; spero comunque che la nostra casa torni gremita di spettatori come nel 2004, anno della storica promozione”. Quando finisce un’era, si mescolano pareri discordanti, vere e proprie fazioni ideologiche; tuttavia sembra che come al termine di ogni relazione, trapeli nelle ideologie dei tifosi, un atteggiamento di ringraziamento, nonostante tutto. i rosa hanno raggiunto l’Europa, hanno sfiorato la champions, hanno raggiunto un finale di coppa italia e al barbera sono passati campioni difficilmente rivedibili. nel giorno in cui tutto potrebbe finire appare chiaro che, per qualcuno, un abbraccio sarebbe comunque doveroso, all’insegna di un passato che non può e non deve essere dimenticato.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE