Futuro in chiaroscuro. Il pagamento di 3,8 milioni servirà a non incorrere in penalizzazioni, ma non basta a salvare il club.
La Figc accende i riflettori sulla società rosanero. Gravina: «Siamo in allerta per il Palermo»
Una nota del presidente federale: «La procura in contatto con gli organi di giustizia».

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola

La FIGC punta i fari sul Palermo che nel frattempo avrebbe raccolto la cifra necessaria per il pagamento delle scadenze da versare entro lunedì. “Uno scenario in cui sembra essersi mobilitata anche la famiglia Zamparini”.

Comincia così l’articolo di Benedetto Giardina che informa che per raggiungere la somma necessaria il Palermo ha provveduto a riscuotere dei crediti avanzati da altre Club e tra soldi in cassa, botteghino, sponsor e rata della mutualità della Lega B si è raggiunto circa 1 milione di euro. Per la restante somma necessaria, Giardina parla di un possibile intervento di Zamparini “Il principale credito che il Palermo dovrà riscuotere entro fine giugno è infatti quello di Alyssa… Siccome una rata di questa somma (pari a 2,8 milioni) sarebbe già dovuta entrare a luglio nelle casse di viale del Fante, una delle possibilità vagliate dalle parti in causa sarebbe quella di delegare il pagamento di quella rata alla famiglia Zamparini “.

L’articolo prosegue poi con le parole del Presidente della FIGC Gravina e della possibilità di adottare dei provvedimenti nel caso in cui non dovessero esserci interventi risolutivi.

Il riferimento è anche alla documentazione che l’attuale proprietaria deve presentare alla lega rispetto soprattutto alla solidità finanziaria pena la mancata iscrizione ai campionati per la prossima stagione. Ma questo, scrive il giornale, dovrebbe essere un rischio relativo perché Foschi e De Angeli stanno provando a cedere la società e se Preziosi in questo momento ha fatto un passo indietro non è da escludere che vendendo il Genova possa tornare all’attacco. Così come York Capital che aveva chiesto tempo e adesso avrà qualche settimana in più per valutare l’acquisizione della società o meno.
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE