Indipendentemente da quanti anni possa avere ognuno di noi, il nostro cuore è rosanero da ben 112 anni: perchè tifoso del Palermo si nasce, anzi lo si è ancora prima della nascita, ancora prima di essere come diciamo dalle nostre parti “nella mente del Signore”.

Eppure molti anni anni fa, il Palermo era rossoblu: ironia della sorte, gli stessi colori degli acerrimi rivali sportivi del Catania. Col senno di poi, è chiaro che qualcosa prima o dopo sarebbe dovuta accadere per cambiare questa coincidenza. Non potevamo rimanere per sempre con gli stessi colori dei nostri cugini e quel “qualcosa” accadde ben 112 anni primavere fa.

Giuseppe Airoldi, aristrocratico palermitano mandò una lettera che è stata pubblicata oggi dal sito ufficiale del club, proprio per celebrare questo anniversario, a Giosuè Whitaker: membro dell’omonima famiglia che contribuì al Risorgimento italiano e alla rivoluzione garibaldina in Sicilia. La famiglia dei Whitaker era una ricca famiglia di imprenditori originari del West Yorkshire. Il capostipite era Joseph Whitaker senior, il quale si era trasferito a Palermo nel 1819 per collaborare con lo zio nelle attività della Casa di Commercio Ingham & C. e della fabbrica di vini a Marsala:

Caro Giosuè,

alcuni amici marinai mi hanno fatto osservare che i colori del Vostro Palermo sono sfruttati parecchio. Il Genova ha i Vostri, i nostri colori. Ieri, Michele Pojero era del parere di mister Blak e di Norman di cambiare il rosso e il blu in rosa e nero. Michele dice che i colori sono quelli dell’amaro e del dolce. I Vostri risultati sono alterni come un orologio svizzero. In avvenire, come raccontava Vincenzo Florio al circolo Sport Club di via Mariano Stabile, quando perdete potete bere sempre il suo amaro di colore nero, mentre il rosa potete assaporarlo nel liquore dolce. La mia salute non è più buona e i dolori della vecchiaia sono tanti, perciò affrettatevi a battere le prossime squadre“.  Giuseppe Airoldi.

Oggi non possiamo che ringraziare Michele Pojero per quell’illustre intuizione. Michele Lojacono Pojero fu un importante botanico e ha contribuito a creare la storia del Palermo. I colori sono l’immagine portante di una società e grazie a una sua idea possiamo vantare le tinte più originali del calcio professionistico. Quante altre squadre possono vestire rosa e nero?

(fonte foto: ilpalermocalcio.it)

LEGGI ANCHE:

IL CALENDARIO AGGIORNATO DEL PALERMO

REPORT DELL’ALLENAMENTO

MIRRI: “QUESTA STORIA AVRA’ UN LIETO FINE”

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE