Dionisi

Nel primo giorno di ritiro, il neo tecnico del Palermo, Alessio Dionisi ha tenuto la prima conferenza stampa in quel di Livigno. L’allenatore ha toccato tanti temi facendo leva sul senso di responsabilità e sulle motivazioni che dovrà avere la squadra. Spazio anche per parlare di mercato e delle singole situazioni di alcuni giocatori. Ecco di seguito le sue parole.

Dionisi in conferenza stampa

“Non vedevo l’ora di scendere in campo, abbiamo appena iniziato. Siamo stati qualche giorno a Coccaglio e l’accoglienza è stata ottima, il clima anche sperando che non piova tutti i giorni(ride, ndr), anche il gruppo mi piace anche se non sarà questo fino alla fine. L’organico dovrà essere ultimato, cambierà qualcosa. Mi piace la disponibilità, il punto di partenza è già buono”.

Il valore del ritiro: “Ritiro? Mi aspetto di conoscere la squadra per costruire un’identità, non solo dal punto di vista del gioco ma anche nelle difficoltà perchè poi le avremo. Faremo delle amichevoli e speriamo ci mettano in difficoltà, ma anche di fare delle buone prestazioni. Abbiamo del tempo, non dobbiamo perdere tempo. Nella prima parte si tende a mettere benzina nelle gambe dei giocatori, sono arrivati tutti allenati. Nei primi lavori fisici siamo andati su uno step superiore rispetto al normale, i ragazzi erano già abbastanza allenati. Ci sarà più spazio per i preparatori atletici. Il clima è ottimale per allenarsi, per i palermitani è atipico”.

Sul futuro di alcuni giocatori: “Peda e Corona sono ragazzi giovani e hanno avuto percorsi diversi. Peda ha giocato in prima squadra sia in B che in C e farà parte del gruppo; Corona deve affacciarsi ai grandi come ha detto il direttore sportivo, è qua per far vedere quello che vale, poi andrà a fare esperienza. Brunori? Non lo conoscevo come ragazzo ma come giocatore. Sette anni fa avevamo giocato contro: lui da giocatore del Villabiagio e io da allenatore. Mi sembra superficiale parlare di sorrisi; si sta allenando e bene. E’ ovvio che la gente parli di lui visto quello che ha fatto in questi tre anni. Dovrà continuare a dare ma siamo ancora all’inizio. Non esiste un caso Brunori, poi il futuro non lo conosco, ma mi associo totalmente a quanto detto dal direttore sportivo”.

Cosa chiede il mister ai “vecchi” e ai “nuovi”: “La speranza di ogni allenatore è quella di avere la squadra pronta in ritiro, ma i rinforzi arriveranno. Ho chiesto poche cose ai ragazzi: disponibilità e motivazione, e chi non ne ha si faccia da parte. Chi giocherà al Palermo è perchè avrà dimostrato di esserne all’altezza. Sto trovando il giusto atteggiamento nei ‘vecchi’. Col tempo arriveranno i ragazzi nuovi per aggiungere qualcosa. In questi tre anni la squadra è cresciuta e ora bisogna cercare di fare un altro pezzettino, serve continuità da chi c’è già e da chi arriverà”.

LEGGI ANCHE

VIDEO – Palermo, il video dei tifosi rosanero a Times Square

Palermo, ecco lo staff tecnico: tutti i nomi

Calciomercato Palermo, beffa Ferrari: è vicino ad un altro club di B

Girona, la decisione della UEFA per la prossima Champions League

Palermo, campagna abbonamenti: i prezzi per settore

GdS – Il Palermo cede i pezzi da novanta

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui