Palermo squadra sfortunata

Ci siamo quasi, Pigliacelli potrebbe essere il prossimo portiere del Palermo. Il suo secondo, eventualmente, sarà Samuele Massolo, che resterà al 100% ancora in rosanero. La trattativa tra il portiere del Craiova è ben avviata, in dirittura d’arrivo. L’affare non è comunque ancora chiuso. C’è un cauto ottimismo. I dialoghi proseguono positivamente e nelle prossime ore/giorni si lavorerà per chiudere definitivamente l’operazione. Restano ancora dei dettagli da limare sul contratto del giocatore, per il quale il club di viale del Fante ha fatto un’offerta importante che si aggira attorno ai 500.000 e il milione di euro.

Pigliacelli-Palermo, il Craiova vuole monetizzare

Le parti sono a lavoro in queste ore. Si cerca di chiudere ad una cifra che possa accontentare entrambe le parti. Una cosa è certa: il portiere 29enne nato a Roma non arriverà a parametro zero. Pigliacelli, che ha ancora un anno di contratto con il club rumeno, è considerato un portiere importante e il Craiova vuole monetizzare il più possibile dalla sua cessione. Nonostante la scadenza del contratto tra 12 mesi. Un accordo si potrebbe trovare, alla fine, sull’esborso di circa 500.000 euro da parte dei siciliani.

Una garanzia tra i pali

Pigliacelli ha già giocato in serie cadetta con la maglie di Pescara e Pro Vercelli nella stagione 2017-2018 (da settembre a gennaio coi delfini e da gennaio in poi in Piemonte). Ha già assaporato la Sicilia nella sua avventura al Trapani nell’annata 2016-2017, collezionando ben 21 presenze. In B conta 131 gettoni. Dal 2018 gioca al Craiova, dove ha accumulato anche esperienza europea. Vanta infatti ben 9 presenze tra qualificazioni alla Uefa Conference League ed Europa League. Adesso il suo futuro potrebbe essere a tinte rosanero. Prossimi giorni decisivi.

LEGGI ANCHE

 Il Palermo non sarà la colonia del Man City: ecco perché

City Group, Soriano: “Guardiola? Forse vuole venire a lavorare a Palermo”

Bari, colpo tra i pali dall’Inghilterra: i dettagli

Palermo, il primo acquisto potrebbe essere “fatto in casa”. Le ultime

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui