iachini

Da Maresca a Iachini: i motivi del cambio

Nella giornata di ieri il Parma ha ufficializzato l’esonero di Enzo Maresca ed al suo posto è stato chiamato Beppe Iachini. L’ormai ex allenatore era stato scelto dalla società ducale per iniziare un progetto di immediata risalita nella massima serie. Un profilo con una carriera agli albori per guidare una squadra con un mix perfetto di giovani e giocatori d’esperienza. L’ex centrocampista di Palermo e Juve poteva contare su un curriculum breve, ma non indifferente. La sua unica esperienza era stata infatti la panchina del Manchester City U23, che gli aveva dato l’onore di stare a stretto contatto con un maestro come Pep Guardiola. 

Gli obiettivi prefissati dalla società, tuttavia, non sono stati raggiunti. L’esperienza di Enzo Maresca a Parma si interrompe dunque dopo sole 14 partite con 4 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. Risultati che hanno portato soltanto ad un totale di 17 punti. Troppo poco per una squadra che alla vigilia di questo campionato era considerata la super favorita per raggiungere la Serie A. Da qui la scelta di virare su Beppe Iachini, allenatore esperto capace di centrare più volte la promozione in massima categoria nella sua carriera.

Pedullà: “La società ha dato garanzie sul mercato”

Del cambio nella panchina del Parma ha parlato l’esperto giornalista Alfredo Pedullà, che dagli studi di Sportitalia ha svelato i motivi del “sì” ai crociati: “Gli hanno promesso un grande mercato”. Sembra che sia questo l’impegno preso dal presidente Kyle Krause, che da quando si è insediato con il suo gruppo alla guida del club crociato ha dimostrato di poter garantire acquisti di un certo calibro. Gli accordi raggiunti nel corso della sessione estiva di mercato con Gigi Buffon e Franco Vasquez sono un esempio emblematico e dicono molto sulla disponibilità economica del gruppo americano. Altri acquisti erano già arrivati nell’ultima stagione in A, puntando su giovani da far crescere come Man e Mihaila. 

La scelta di affidare la panchina a Beppe Iachini, in tal senso, può rivelarsi azzeccata anche per far crescere le tante promosse in rosa. Adesso il patron Kyle Krause e il nuovo mister dovranno programmare nel migliore dei modi le prossime mosse in vista del mercato. L’obiettivo è di riportare il Parma nelle zone alte della classifica.

Articolo a cura di Dario Correnti

LEGGI ANCHE

Trapani, per la panchina scelto un ex Palermo: a breve l’ufficialità

Perinetti: “Bari ha qualcosa in più del Palermo, spiego perché”

Cornacchini: “Lotta per la promozione? Le altre non mollano e il Bari…”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui