Palermo

Il Palermo ha vinto 3-0. Un risultato netto che, oltre alla gioia dei 3 punti, ha visto il rientro in campo di Andrea Accardi. E’ finito dunque il lungo calvario del difendore palermitano, che oggi ha messo nelle gambe i primi minuti della stagione. Ecco le sue parole al rientro, rilasciate in conferenza stampa dopo la grande vittoria della sua squadra.

Le dichiarazioni di Accardi

Grazie, sono tutti contenti per il rientro. Non mi aspettavo questa accoglienza. Ringrazio i tifosi, porto tutto nel mio cuore. Con loro ho un feeling speciale, mi sono stati vicino nei momenti belli e brutti. È motivo di orgoglio. Ho vissuto un periodo buio. All’inizio sembrava un piccolo infortunio, poi ci sono state delle complicazioni. Provavo a rientrare, ma non andava bene. Fortunatamente sono finalmente uscito da questo brutto incubo. Un grazie alla mia famiglia e allo staff medico, in particolare a Matracia e a Claudio Fici, che hanno vissuto da vicino i miei alti e bassi. Anche Mirri si è fatto sentire spesso”.

Mi faceva stare male perché volevo aiutare i miei compagni, ma non in campo. Volevo essere presente nello spogliatoio, anche in trasferta. Ho perso tante energie e quindi non ho potuto. Ero sicuro che vedendoli lavorare saremmo usciti dal periodo nero, adesso è accaduto sia a me che alla squadra e ora ci godiamo la luce”.

Lo scorso anno è passato, entro in punta di piedi in un gruppo che ha fatto bene. Lavorerò il triplo per raggiungere le condizioni dei miei compagni. Ho bisogno di farlo, perché sennò sono un giocatore nullo. Cercherò di mettere il mister in difficoltà ogni domenica”.

Venivo preso per pazzo quando dicevo che eravamo una squadra importante anche senza che arrivassero i risultati. Adesso stiamo facendo bene ma voliamo basso, pensiamo gara per gara e alla fine tireremo le somme”.

“Questa è la vittoria del gruppo. I miei compagni mi hanno visto soffrire e sanno quanto ci tengo. Stare bene è la cosa più importante perché sennò manca tutto, mi sono sentito inutile a venire al campo solo per le cure. Mi fa piacere che i miei compagni abbiano capito il mio stato d’animo. È un onore essere in questa squadra”.

LEGGI ANCHE

Palermo-Paganese, per seguire gratis la partita basta una smart tv…

Filippi: “Abbiamo sempre sopperito alle assenze. Tre vittorie consecutive? Dipende da noi”

Sfida alla Paganese: inizia la volata verso lo scontro da B

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui