Catania imprenditore Genova

Nella giornata di ieri si è svolta l’assemblea dei soci della Sigi, società che detiene la proprietà del Catania; la squadra siciliana già nel pre-campionato ha avuto problemi finanziari, tanto che ha rischiato di non iscriversi al campionato di Serie C. Tuttavia, nonostante la squadra sia iscritta, la situazione finanziaria continua ad essere negativa. Alla luce di tutto ciò, difatti, gli ultras rossoblù hanno richiesto alla società un incontro per avere delle risposte sulle sorti del club.

Di seguito il contenuto del messaggio del tifo organizzato catanese:

Finora siamo rimasti in silenzio perché la nostra unica preoccupazione, nella situazione drammatica che stiamo vivendo, era quella di tenere insieme i cocci e stringerci alla squadra, senza alimentare discussioni polemiche e contrapposizioni. Ma davanti alle pagliacciate non si può stare zitti e fare finta di niente.
Quella che avete messo in scena ieri sera, cari soci della Sigi, è l’ennesima pagliacciata. Sulla pelle del Catania e dei suoi tifosi. A noi, dei vostri regolamenti interni sui conti, non ce ne frega nulla. Ma non vi permetteremo di gestire 75 anni di storia in questa maniera ridicola.
Chiediamo ufficialmente un incontro con l’intera compagine societaria Sigi. Con tutti, chi ha messo i milioni e chi ha messo dieci euro.
Attendiamo risposta, luogo e ora”.

LEGGI ANCHE

Fabio Lupo, il ds «senza grinta»: una carriera tra dimissioni ed esoneri

Marino elogia Vazquez: “A Parma fa la differenza, può ancora giocare in A”

Luca Toni: “I razzisti vanno radiati dagli stadi di calcio”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui