Palermo - Mirri e Di Piazza

Palermo – Di Piazza chiede 11,9 milioni per le sue quote

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola.

L’articolo di Benedetto Giardina sottolinea come la battaglia legale tra Mirri e Di Piazza inizierà l’8 novembre davanti al Tribunale di Catania dove si discuterà sul contenzioso avviato dall’imprenditore italo-americano che ha chiesto il sequestro conservativo dei beni di Hera Hora. Di Piazza, che ha esercitato il diritto di recesso, chiede che gli venga riconosciuta una liquidazione e si è affidato allo studio Guatri per una valutazione di ciò che gli spetta. 11,9 milioni di euro è la cifra che ne è scaturita, partendo dalla valutazione di Pricewaterhouse Coopers, cioè della società a cui si era affidata la stessa Hera Hora per capire il valore complessivo della società.

Comprate il Palermo Fc e farete l’affare della vita

L’iter legale sarà probabilmente lungo e ieri, quand’era in programma la prima udienza, il giudice Chiara Salamone ha predisposto un rinvio all’8 novembre. Il tribunale coinvolto è quello di Catania perchè competente in materia di impresa estera, visto che Di Piazza aveva acquisito le quote attraverso una sua società con sede in Florida

 

Il Catania perde ed il pubblico non esulta. Perché?

LEGGI  ANCHE

Tutta la verità sulla presunta, possibile, eventuale cessione del Palermo

Palermo, attacco sterile e senza idee: una statistica fa riflettere

Tutto bene, tutto bello, tanti complimenti ma… ora serve vincere

Palermo, 4 partite ed è già rischio -7 dalla vetta. Rosa senza…”Cazzimma”

Lo strano caso di Roberto Crivello: da capitano a esiliato in un anno

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui