sicilia

Continuano ad aumentare in maniera esponenziale i casi Covid in Sicilia, e con essi i ricoveri nelle terapie intensive.

Come riporta l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, in edicola, salgono infatti a 1369 i nuovi casi in Sicilia, raggiungendo così un tasso di positività pari al 10,1%.

Mentre le vaccinazioni procedono nei vari hub dell’Isola, nelle ultime 24 ore si sono registrati circa 13506 tamponi effettuati. In più, negli ultimi tre giorni, sono stati segnalati 10 nuovi decessi.

A queste cifre preoccupanti, si affiancano quelle in continuo aument dei ricoveri: 806 i pazienti in degenza, 108 nelle terapie intensive.

La situazione a Palermo e provincia

Altrettanto preoccupante la situazione a Palermo che con 343 contagiati, si rivela essere l’unica provincia con il numero più elevato di casi. Seconda, Catania con 259 casi, alla quale seguono Ragusa con 212, Siracusa con 195, Messina con 146, Caltanissetta con 73, Trapani con 70, Agrigento con 61 ed Enna con 10.

L’accusa del prefetto Forlani

Secondo le parole del prefetto Giuseppe Forlani, l’aumento continuo dei casi in Sicilia è dovuto alla negligenza di molti abitanti che, incuranti del problema, si rifiutano di indossare la mascherina o attenersi alle giuste norme: “Sono le persone che si devono convincere che le regole vanno rispettate – ha spiegato Forlani -. Il vero problema è che le persone non vogliono più indossare la mascherina. La violazione della norma di indossare la mascherina può essere molto diffusa ed è difficile da controllare. Noi siamo nei luoghi in cui c’è più affollamento, continuiamo questa attività che però non è semplice”.

LEGGI ANCHE

Bomber Gerardi pronto a sbarcare nel girone C. Ecco con chi

Si è spento a 28 anni Salvatore Troja, figlio dell’ex rosanero Gaetano

Caro Palermo, si ricomincia. Forse è più semplice ma sicuramente più delicato…

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui