Sicilia zona rossa

Il governo siciliano continua a sostenere le famiglie colpite gravemente dal Covid-19. Su proposta dell’assessore regionale alla Famiglia, Antonio Scavone, la Regione rappresentata da Nello Musumeci ha liquidato infatti 4,6 milioni alle famiglie in grave crisi economica. Finaziamenti, che serviranno a comprare beni di prima necessità, come i generi alimentari, o per pagare le utenze.

A questa somma, deve essere aggiunta nel conto anche quella di 2,6 milioni distribuiti due settimane fa e che ha portato il totale erogato ad una somma di 7,2 milioni. Una liquidità, che fa parte di quei 30 milioni di euro che la Regione Sicilia aveva già stanziato mesi fa e la cui erogazione è stata possibile a quei Comuni che sono riusciti a pubblicare sulla piattaforma una rendicontazione di almeno il 50% del totale ricevuto nell’anno 2020.

L’assessore regionale alla Famiglia, Scavone, ha poi spiegato meglio la situazione che si sta vivendo in Sicilia e la nascita dei “nuovi poveri” cui far fronte:  “In un periodo di grave emergenza sociale causato dalla pandemia, si stima che sia aumentata almeno del 30 per cento la fascia di popolazione con gravi difficoltà economiche, i cosiddetti nuovi poveri. Con questa misura vogliamo alleviare i gravi problemi del quotidiano di queste persone e dare un aiuto concreto per fare la spesa o pagare la bolletta della luce. Non appena anche gli altri Comuni caricheranno sulla piattaforma i dati sulla spesa della prima tranche, trasferiremo immediatamente i restanti 23 milioni disponibili”.

LEGGI ANCHE

Biffi: “Foggia? Soffro ancora per lo spareggio”

Nuovo azionista in arrivo: il Palermo candidato start up del calcio italiano

Play-off: nessuno stravolgimento. Ecco quando giocherà il Palermo

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui