Caso Denise pipitone

Olesya Rostova non è Denise Pipitone. La notizia era nell’aria ormai da ore, ma soltanto adesso si sono spente definitivamente le speranze. La puntata del programma “Lasciali Parlare” dedicata al caso è infatti andata in onda pochi istanti fa. Il conduttore ha mostrato i risultati dei gruppi sanguigni a confronto. Quello della ragazza russa e quello della piccola scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo non combaciano. Non c’è alcuna compatibilità.

Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, è una furia. “Avete fatto uno show assurdo”, ha detto nel corso della trasmissione. “Ieri preservando la privacy sul gruppo sanguigno di Denise e Olesya, durante il programma russo, è stato rivelato che il gruppo sanguigno di Olesya è diverso da quello di Denise. Oggi abbiamo, in ogni caso ritenuto corretto trasmettere nota alla Procura della Repubblica di Marsala che valuterà se procedere ad ulteriori accertamenti“. Lo ha aggiunto ai microfoni dell’ANSA, parlando anche a nome della mamma di Denise Pipitone.

In tanti avevano atteso il verdetto in queste ore, nutrendo grandi speranze. La vicenda, tuttavia, non ha avuto alcun lieto fine. Piera Maggio dovrà continuare a cercare la figlia a seguito dell’ennesima delusione.

LEGGI ANCHE

Olesya non è Denise Pipitone? La tv russa tiene il segreto, ma spunta la vera sorella…

Coronavirus, il bollettino del 7 aprile: altri 998 casi in Sicilia

Coronavirus, Orlando: “Ecco perché ho chiesto la zona rossa: i dati erano taroccati…”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui