Palermo

L’allenatore del Palermo Roberto Boscaglia ha parlato in mixed zone alla fine della partita contro la Turris. Di seguito vi proponiamo la seconda parte delle sue dichiarazioni:

“Pelagotti non in forma? Alberto è il nostro titolare, è un giocatore importante per noi anche fuori dal campo. E’ un ottimo portiere: può capitare un periodo no. Non ci abbiamo neppure pensato a quello che potesse essere un errore. Non dovevamo farli tirare in porta, anche se sapevamo che loro sono una squadra che tira molto in porta da fuori”.

“Nel secondo tempo non è cambiato nulla. C’è più fluidità, più concretezza sotto rete. Nel secondo tempo non è cambiato nulla, ma c’erano pure gli avversari. Volevamo aggredirli più alti. Abbiamo lasciato a loro le redini del gioco, ma non abbiamo mai sofferto. Abbiamo peccato nel fatto di non averla chiusa. Ma ci sono pure gli avversari e dobbiamo rispettarli”.

Non dobbiamo commettere l’errore di guardare a lungo termine o a quello che può succedere tra 2-3 partite. Dobbiamo stare concentrati sulla prossima partita, e poi all’altra ancora. Ora possiamo permetterci di stare più sereni. I ragazzi hanno guardato adesso partita per partita e dobbiamo continuare così. Pensiamo soltanto a domenica e fare in modo che sia la partita della vita quella contro il Catanzaro”.

“Per quanto riguarda i giovani, ne abbiamo di interessanti ma non dobbiamo responsabilizzarli troppo. I nostri giovani come Rauti, Silipo e Peretti sono in grado di potere fare ottime cose. Tutti quanti avranno il loro spazio e chi sta giocando lo sta facendo bene. Oggi, a fine primo tempo, abbiamo preso il gol del pareggio. Dobbiamo sapere essere spensierati, giocare con la mente libera, avere anche un certo senso del pericolo. Questa è la base sulla quale dobbiamo poggiarci, per costruire quello che è il nostro campionato di qui in avanti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui