Catania Tacopina

Catania fra l’arrivo di Tacopina e la cessione di Pecorino

Catania, a grandi falcate su Tacopina.
Giorni decisivi: rossazzurri ancora concentrati su società e mercato.

Questo il titolo del Corriere dello Sport, oggi in edicola.

L’articolo di Concetto Mannisi sottolinea da una parte le vicende legate alla cessione del club a Tacopina, dall’altro le mosse di mercato in casa Catania.

Tutto sembra pronto per il passaggio di consegne ma gli imprevisti sono dietro l’angolo: Tacopina vuole una riduzione del debito, Sigi non vorrebbe ritrovarsi debiti sul groppone, una volta definita la cessione. Gli interlocutori sono il comune di Mascalucia, che lancia segnali distensivi e l’Agenzia delle Entrate che deve pronunciarsi su una eventuale rimodulazione del debito ed anche su una possibile riduzione.

Sul fronte mercato, in attesa della cessione a Tacopina, la società ha necessità di monetizzare anche per affrontare le spese vive del momento. In quest’ottica appare ipotizzabile la cessione di Pecorino alla Juventus U23. Si cerca dunque un sostituto all’attaccante catanese che quest’anno si è messo particolarmente in luce e sembrerebbe essere stato individuato in Matteo Di Piazza.
Catania Tacopina – Finchè non arriveranno i soldi dello zio Joe, la società continua a navigare i difficoltà economiche anche se avrà una bella boccata di ossigeno dalla cessione di Gomez al Siviglia. Nelle casse del club etneo dovrebbero finire 750 mila euro, come previsto da vecchie clausole contrattuali.
.

LEGGI ANCHE

Bentivegna talento mai sbocciato. Dalla Sicilia passa il suo futuro

Dawidowicz incanta con l’Hellas Verona. Un conto in sospeso col Palermo

Mato Jajalo da trascinatore a panchinaro. Il suo futuro è siciliano

Martin e Floriano non giocano più. Serve un confronto società-Boscaglia

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui