Crescono i casi in tutto il territorio Regionale e con questi, cresce anche la consapevolezza di un possibile lockdown. Per tentare di smentire queste dicerie, Musumeci ha attuato una propria ordinanza con cui ha autorizzato alle tre Aziende sanitarie provinciali di Messina, Catania e Palermo, a implementare il numero delle Unità speciali di continuità assistenziale già istituite, fino al raggiungimento dello standard di una Unità ogni venticinquemila abitanti.

L’obiettivo è quello di costituire una “cintura di protezione” affinché si possa scongiurare il pericolo dell’aumento dei positivi. Il Policlinico di Messina ha infatti predisposto un bando per la formazione di un nuovo elenco contenente nuovo personale sanitario. L’avviso, già pubblicato sul sito dell’Azienda ospedaliero-universitaria, scadrà martedì.

Sono già stati registrati più di tremila professionisti!

L’ordinanza ha anche previsto la formazione di Unità speciali di continuità assistenziale che opereranno h24 affinché si possa intervenire immediatamente per le urgenze; Anche la scuola verrà potenziata: i casi sospetti di Covid-19 verranno presi in carico dalla “Unsca scolastica” che interverrà tempestivamente sulla situazione. Tale servizio verrà garantito in scuole di istruzione primaria e secondaria, nelle istituzioni educative e nelle scuola speciali statali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui