Oggi, 25 maggio, riaprono anche i centri sportivi, come palestre e piscine.

Ci sono rigidi protocolli da seguire per il rispetto della sicurezza e della salute e per questo motivo non tutti i centri apriranno oggi: come la piscina comunale di Palermo, struttura pubblica, che come molte, non è in grado di rispettare le regole imposte dall’Inail e dall’Istituto Superiore di Sanità.

Ecco quindi un sunto di alcune delle regole da rispettare per chi volesse godersi, dopo mesi di reclusione una sana nuotata, come riportato da Repubblica: all’ingresso sia di palestre che di piscine è obbligatorio indossare la mascherine, e verrà misurata la temperatura corporea. Negli spogliatoi dovrà essere rispettato il turno e i vestiti dovranno essere lasciati nei borsoni e non negli armadietti, a meno che essi non siano costantemente sanificati.

La distanza da mantenere è sempre quella di un metro sia dagli altri clienti che dagli istruttori, muniti di mascherina.  In piscina distanza di almeno 7 metri quadrati in acqua.

Anche l’ingresso alle docce deve essere contingentato, e durante la lezione bagnini ed istruttori devono indossare anche loro la mascherina.

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui