Amici Rosanero. Si chiamerà così il soggetto giuridico che hanno voluto creare gli avvocati Fabrizio Giambona e Stefano Monasteri per dare seguito a quanto previsto dallo statuto della SSD Palermo, ovvero la possibilità per i tifosi di avere a disposizione il 10% delle quote grazie all’azionariato popolare. Ed è proprio per provare a raccogliere la somma più alta possibile che si possa avvicinare al milione e mezzo di euro corrispondente appunto al dieci per cento dei quindici milioni di euro stabiliti come capitale sociale dal duo Mirri-Di Piazza che diversi gruppi di tifosi stanno provando a “consorziarsi” tra loro. Dell’iniziativa Amici Rosanero, che già vanta ben oltre trecento adesioni grazie alla grande credibilità della quale godono i soggetti che sono scesi in campo, ha voluto parlare quest’oggi il professore Carlo Amenta stimato professionista ma soprattutto grandissimo tifoso rosanero. Amenta lo ha fatto per mezzo di un video pubblicato sul proprio profilo facebook che ha già fatto registrare numerosissime visualizzazioni a testimonianza dell’interesse che sta riscuotendo l’iniziativa. “Ho voluto fare questo breve messaggio – dice Carlo Amenta – per dare alcune informazioni sull’iniziativa di azionariato popolare Amici Rosanero coordinata da Fabrizio Giambona. Si tratta di un’iniziativa che fa seguito a quanto previsto dall’articolo 9 dello statuto della SSD Palermo. Ovvero che ci sia una società, un comitato, un’associazione che metta insieme i tifosi che vogliono partecipare alla rinascita della società rosanero mettendo delle somme che verranno versate al Palermo che le destinerà principalmente alla costruzione del nuovo centro sportivo. Noi insieme a Stefano Monasteri, su invito di Fabrizio Giambona, stiamo provando a mettere assieme tutte quelle persone che hanno a cuore le sorti del Palermo e che hanno voglia, oltre ad assistere alle partite e tifare per la nostra squadra, di scrivere per la prima volta una piccola pagina di questa storia rosanero che sta ricominciando”.

Ma come si potranno avere maggiori informazioni per chi vorrà partecipare. “Stiamo realizzando un sito internet e una pagina facebook dove inseriremo un modulo che chi vorrà potrà compilare e che servirà per capire quanto ciascuno sarebbe disposto a versare per far parte di questa costituenda società che potrebbe gestire questa quota della nuova società”.

Il professore Amenta ci tiene a chiarire un punto in particolare. “E’ importante che io vi dica una cosa sia da un punto di vista professionale che tecnico che personale. Chi parteciperà metterà dei soldi che non costituiscono un investimento. Le squadre di calcio non danno utili, le squadre di calcio non fanno diventare ricchi. Non pensate di trovarvi davanti all’albero degli zecchini d’oro per cui mettete quindici euro, cento euro, duecento euro, insomma qualunque sarà la quota minima che stabiliremo, che probabilmente sarà pari a cento euro, e che una volta in serie A potrete diventare miliardari. Sono somme che darete alla causa del Palermo per dimostrare il vostro amore nei confronti dei colori rosanero. Sono soldi che affiderete a Dario Mirri e a Tony Di Piazza affinchè facciano di quanto raccolto l’uso che possa essere più bello e più giusto per noi, ovvero di fare grande il Palermo. Non vi aspettate quindi da parte nostra un investimento finanziario, non speculiamo in borsa, non vi stiamo chiedendo soldi per farvi diventare ricchi ma stiamo chiedendo o meglio vi stiamo dando la possibilità di contribuire ancora di più alla rinascita del Palermo”.

https://www.facebook.com/carlo.amenta.5/videos/10219994295590313/

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui