Come ampiamente previsto dalle 00.01 di quella maledetta notte del 24 giugno, l’US Città di Palermo è sparita dal panorama calcistico italiano.
Che tristezza ma soprattutto che rabbia. Rabbia verso colui e coloro che sono gli autori di questa morte annunciata che non hanno mai mostrato un barlume di credibilità, se non effimera e solo verbale.
Ora questa gente potrà continuare a ingannare il tempo facendo ricorsi e videomessaggi ma per fortuna, con due istanze di fallimento sul groppone, sarà vita breve.
Con l’augurio che la magistratura faccia poi il suo lavoro certosino, per dare giustizia ad una città scippata colpevolmente della sua passione calcistica.
Oggi l’ufficialità da parte della Federazione. Ecco il comunicato da parte dell’ANSA:

ll consiglio federale della Figc, a fronte delle valutazioni della Covisoc, ha decretato l’esclusione dal campionato di Serie B del Palermo per inadempienze. Al posto del club rosanero è stato ripescato il Venezia.

3 Commenti

    • Per la Covisoc fino a 10 giorni fa tutto era a posto!
      È solo un’organizzazione di affaristi, intrallazzisti, arrivisti, arroganti impuniti! Il Calcio, in Italia, non è una cosa “seria” ma una cosa “nostra”, di pochi!

  1. La magistratura deve spiegarsi così’sappiamo la verità’tante teste salteranno,non accetto questo responso,una città’ presa in giro,auguro’anche io legalmente voglio la verità’,adesso ridiamo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui