Come informa Il Giornale di Brescia, giorni caldi in casa lombarda. Una clamorosa rottura tra Cellino e Giuffredi l’agente cioè di Donnarumma Ndoj e Martella; il procuratore  attacca il presidente Cellino minacciando di portare via i tre ragazzi dal Brescia anche perché loro non vorrebbero più rimanere.
Nei giorni scorsi radiomercato aveva anche accostato al Palermo il nome del promettente centrocampista del Brescia Ndoj e chissà che questa rottura non possa agevolare una eventuale trattativa. Il  regista infatti piace ai rosanero e ci si chiede se questo può diventare un affare.
 Al centro della lite, racconta l’agente, un comportamento scorretto di Cellino che ha chiamato i giocatori suggerendo loro di cambiare procuratore. Ma i giocatori hanno invece manifestato vicinanza al loro agente. Queste le dichiarazioni del procuratore Giuffredi:
“Cellino ha chiamato i miei calciatori e gli ha detto “o cambiate agente o andate da un’altra parte”. I miei giocatori hanno risposto che si fidano di me. Se Cellino vuole creare questa situazione, allora Donnarumma, Martella e Ndoj andranno via. È una situazione assolutamente non voluta né da me né dai calciatori. A gennaio avevo ricevuto delle richieste per Donnarumma ma non le abbiamo prese in considerazione. Sono dispiaciuto, Cellino ha creato una situazione difficile. Ne prendiamo atto… i ragazzi preferiscono non rimanere più a Brescia visto il clima di poca serenità creato da Cellino. Non abbiamo mai voluto creare un minimo di equivoco. Ci sarebbe piaciuto continuare,ma quanto accaduto è molto grave. Nessun presidente può permettersi di dire a un calciatore che se non cambia agente deve andare via dalla propria squadra. Donnarumma, Ndoj e Martella, vista la situazione creata da Cellino, si sono resi conto che potrebbe crearsi un clima di guerra. Quindi vogliamo andare via”.
.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui