Attesa per la sentenza della Cassazione
La Suprema Corte in camera di consiglio da ieri per decidere sui domiciliari all’ex n.1
La partita giudiziaria: Da confermare o negare l’ordinanza del riesame. In ballo pure i sequestri di somme della società

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola.
Riccardo Arena descrive le tappe delle sentenze su cui deve esprimersi la Cassazione, relative sia alle misure cautelari richieste per Zamparini che sulle somme sequestrate e poi restituite al club.
“Una camera di consiglio-fiume, la terza sezione della Cassazione nella notte pronuncia la propria sentenza: Zamparini dentro o fuori, non metaforicamente o in senso calcistico, ma agli arresti domiciliari o libero …La partita giudiziaria a colpi di ricorsi aveva visto prevalere, in una prima fase, la difesa dell’ex presidente ed ex azionista di maggioranza del club di viale del Fante. Sia in sede civile, col rigetto dell’istanza di fallimento, sia nel penale. Poi il trend si è invertito repentinamente…”.

Dunque siamo ancora in attesa di conoscere le decisioni della Cassazione che avranno inevitabilmente ripercussioni sulla linea della nuova società, non tanto in relazione agli arresti o meno di Zamparini quanto rispetto agli eventuali sequestri di denaro.

“Zamparini si sarebbe cioè impegnato strenuamente -nonostante le indagini in corso – per continuare a truccare i bilanci. Quelli interessati sono del 2014, 2015 e 2016, anni segnati dall’affare Mepal-Alyssa del 2013, la cessione del marchio della società e le appostazioni positive conseguenti, per oltre 21 milioni di euro, nei conti del club rosanero … il Palermo di Zamparini ottenne iscrizioni che non avrebbe potuto né dovuto ottenere, ai campionati di Serie A 2015-2016 e 2016-2017, e alla B 2017-2018. Al centro della contesa anche il sequestro da 50 milioni respinto dallo stesso giudice Anfuso, decisione confermata dal riesame, mentre era stato annullato quello da un milione e 100 mila che il Gip aveva dato“.
.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui