Brunori

Ancora tante le scorie dopo l’eliminazione per mano della Macedonia del Nord. Ancora troppo viva negli occhi, e nel cuore, la delusione degli italiani per il mancato accesso ai Mondiali (per la 2° volta consecutiva dopo il disastro del 2017). Ma Roberto Mancini detta la regola numero uno: ripartire e accettare, ma soprattutto guardare già al futuro. Domani, intanto, è tempo di Turchia-Italia, la sfida della “vergogna” che forse nessuno, ma proprio nessuno, avrebbe voluto giocare. L’amichevole tra eliminate al primo turno dei Playoff che il Commissario Tecnico della nostra Nazionale ha presentato in conferenza stampa. Si è parlato soprattutto di progettazione futura, ma in particolar modo è filtrato ottimismo su una possibile permanenza del C.T.

Le parole Roberto Mancini in conferenza stampa

Sul suo futuro Mancini fa trasparire un certo ottimismo, nonostante la grande delusione: Abbiamo parlato col presidente in questi giorni, siamo allineati su tutto. Fa piacere, poi ne riparleremo nei prossimi giorni: ora pensiamo a questa partita, poi con calma discuteremo sulle cose da migliorare per il futuro. Tutto qui”.

Il Commissario tecnico è ritornato poi sull’eliminazione dolorosa di 4 giorni fa: “E’ inutile stare a trovare spiegazioni. Il nostro gruppo dovevamo vincerlo almeno con due punti di vantaggio sulla Svizzera. A Basilea la partita doveva finire 3-0, in Bulgaria doveva finire in goleada. La squadra ha sempre giocato: può essere stata più imprecisa ma questo è il calcio, le cose ci sono andate storte. E’ accaduto ciò che è accaduto, dobbiamo accettarlo. La partita di domani? “Bisogna ripartire, ricordando che ci saranno poi in futuro anche gare importanti”.

Su possibile variazioni di formazione in futuro, con l’inserimento di nuovi giovani: “Inseriremo sicuramente ragazzi più giovani, sperando possano avere esperienze importanti nei loro club perché questo è fondamentale. Lavoreremo su questo e vedremo quale sarà la situazione generale”.

LEGGI ANCHE

Foggia, Zeman: “Non so se rimarrò, parleremo alla fine del campionato”

Paganese-Palermo, le pagelle: Somma e Crivello disastrosi

Paganese, Grassadonia: “Gol regalato e rigore non c’era. Fatti salti mortali”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui