Boscaglia

Tante volte si è parlato di un cambiamento che deve avvenire nella testa, nel carattere e nella convinzione. Qualcuno continua a sostenere che siano i moduli il problema del Palermo, le tattiche, il centrocampista in meno oppure uno in più. Si potrebbero trattare mille argomenti, scrivere mille romanzi per ogni reparto della squadra, ma mai niente sarà tanto veritiero quanto l’assenza di carattere in questa squadra, l’assenza di quel sangue agli occhi di cui oggi mister Boscaglia ha tanto parlato nella conferenza di vigilia.

Mai un Boscaglia così

Insomma l’aria di cambiamento, quella che deve soffiare da domani e per tutto il girone di ritorno, sembra essere partita già dalle dichiarazioni dell’allenatore gelese. E’ la prima volta che si vede infatti un Boscaglia così “al veleno” alla vigilia di un match di campionato. Una grinta, che il tecnico ex Trapani sembra aver voluto iniettare nella testa dei suoi ragazzi già a partire dalle sue parole pubbliche, figuriamoci poi dentro gli spogliatoi. E’ l’esempio, che ci sono forse ancora troppe scorie da togliersi dalla disfatta di una settimana fa e che proprio quella gara, possa essere nel male, la svolta del campionato del Palermo.

La vera malattia

La grinta, espletata in frasi come “Dobbiamo avere il sangue agli occhi”, oppure in una come “Non possiamo accettare la sconfitta, da ora in poi voglio vedere i giocatori stare male quando perdono”, mettono in evidenza come questa sia mancata terribilmente nella prima metà del campionato. E’ la riprova ufficiale, che la vera malattia era questa, e lo è ancora, aspettando il “provino” di domani. Non è stata l’unica defezione, ma sicuramente la principale, riversatasi poi nelle tantissime palle gol sprecate e sciupate clamorosamente.

Aria di cambiamento, aspettando il giudice supremo

E Boscaglia, esperto com’è, sa certamente che nel mancato rientro dagli spogliatoi della scorsa domenica, c’è un po’ di sua ingenua colpevolezza. Forse qualcosa non era stata trasmessa nelle sinapsi dei suoi ragazzi. Oggi si invece, a partire dalle dichiarazioni pre-partita, che si spera possano essere specchio dell’atteggiamento in campo. C’è aria di cambiamento, almeno nello spirito iniziale. Poi sarà il campo, come sempre, il giudice supremo.

LEGGI ANCHE

Chi è Davide Serra, l’imprenditore accostato al Palermo

Dove sono finiti dopo il fallimento i giocatori dell’US Città di Palermo?

Palermo, si sveglia il mercato: in arrivo anche Di Gaudio. Le ultime

Palermo, possibile nuovo acquirente: è il CEO di Algebris Davide Serra

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui