musumeci

Musumeci: ordinanza in arrivo. Palermo zona rossa?

Palermo zona rossa, ordinanza di Musumeci in vista: linea dura per spostamenti, negozi, bar e ristoranti.
Ben oltre 400 nuovi casi quotidiani negli ultimi 3 giorni, ospedali pieni e in affanno. Palermo si avvia verso la zona rossa.

Questo il titolo di un articolo sull’edizione online del Giornale di Sicilia.

L’articolo di Gaetano Luca La Mantia fa il punto sulla delicata situazione dei contagi in Sicilia ed in particolare a Palermo e negli altri capoluoghi della Regione.

La richiesta accorata del sindaco Orlando al Governo nazionale ed al presidente Musumeci, la sua preoccupazione per la tenuta degli ospedali. Al Governo, Orlando chiede la zona rossa ed a Musumeci che adotti le stesse misure prese per Messina, appena sabato scorso. E a giudicare dalla decisione presa per la città dello stretto, dopo la richiesta del sindaco De Luca, si presume che lo stesso metro possa essere utilizzato per Palermo già nelle prossime ore. Ma anche per Catania o Siracusa. A meno che Musumeci non voglia aspettare il nuovo Dpcm Conte in arrivo nel fine settimana.

La Regione potrebbe avvalersi dei nuovi parametri suggeriti dall’Istituto superiore di Sanità (250 contagi ogni 100mila abitanti) per dichiarare zone rossa solo alcune città più a rischio.

D’accordo con Orlando anche il deputato regionale e consigliere comunale Marianna Caronia che dichiara come non dichiarare Palermo o tutta la Sicilia zona rossa, sia un atto criminale e questo alla luce delle difficoltà dei pronto soccorso, con i contagi in continuo aumento.

Ricordiamo che zona rossa significa lockdown totale, divieto di uscire da casa (se non per lavoro o comprovate esigenze), negozi chiusi (tranne alimentari, farmacie, tabacchi ed edicole), spostamenti vietati.

LEGGI ANCHE

Serie C, Catanzaro-Viterbese sospesa al 50′: il motivo

I film a tinte rosanero, da Franco e Ciccio a Ficarra e Picone

Palermo, ricordi Aljaz Struna? Vicino il suo ritorno in Italia

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui