L’allenatore rosanero Roberto Boscaglia dopo la sconfitta contro l’Avellino. Ecco le sue parole.

ANCORA SOTTO LAVORO

“Diciamo che non possiamo nemmeno paragonare la partita di Terni con questa, anche perchè abbiamo cambiato molto di più. I ragazzi hanno fatto quello che hanno potuto contro una squadra forte e organizzata, la loro esperienza è stata determinante, noi abbiamo avuto troppa frenesia e il secondo gol è un gol che non taglia le gambe ma che comunque ti mette un po’ di angoscia. Sotto di due gol poi diventa ababstanza difficile. Abbiamo cercato di cambiare sistema, ma non abbiamo avuto tanti risultati. Ancora stiamo cercando di trovare la giusta forma e i giusti meccanismi”.

FLORIANO

“Ci darà una grande mano ma non lo posso utilizzare molto in questo momento perché stiamo utilizzando questo modulo per emergenza. E mi dispiace tanto perché è un giocatore che mi piace moltissimo. Comunque avremo modo di cambiare e di far giocare anche lui”.

PREVEDIBILE?

“Situazione prevedibile? Non faccio tabelle, io vado in campo e metto la migliore formazione per vincere le partite. Era comunque prevedibile, abbiamo dovuto cambiare sistema di gioco, un sistema che non abbiamo studiato durante il ritiro. Chi doveva giocare a destra giocava a sinistra, c’è una po’ di confusione, ma anche oggi ringrazio i ragazzi. Dobbiamo limitare i danni e aspettare che arrivino tempi migliori”.

ZERO GOL

“Cosa manca alla squadra per sbloccarsi sottorete? Manca la conoscenza e la continuità, e oggi abbiamo trovato una squadra molto abbottonata, non c’era molto spazio. Loro rimanevano sempre in 4 o 5 dietro e non lasciavano mai spazio. Dobbiamo lavorare e aspettare che si faccia gol, poi sicuramente le cose cambieranno”.

DODA

“Il ragazzo non riusciva più a spingere e ha chiesto il cambio. Io nervoso? Non mi avete mai visto nervoso forse, era soltanto un modo per spronare la squadra e cercare di cambiare le cose. Dobbiamo rivedere questa partita e capire dove abbiamo sbagliato e rivedere anche quello che di buono c’è stato, perché qualcosa di positivo c’è stato”.

NESSUNO A SINISTRA

“Non mi sembra che il ragazzo fosse a disagio a destra. Non abbiamo terzini sinistri e non possiamo metterci a 4. Abbiamo optato per una difesa 3 con due terzini che sanno fare tutta fascia, però Kanoute non mi è sembrato a disagio per niente. Cosa mi preoccupa di più? Dobbiamo recuperare giocatori e dobbiamo mettere nelle condizioni chi è arrivato in ritardo, un po’ tutto a dire la verità. Tutti devono trovare la condizione migliore. Dobbiamo stare sereni, non è l’avvio che volevamo, ma dobbiamo prenderlo così e calarci nella parte, la categoria è questa”.

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui