Sarà che il Palermo è stato costretto ripartire dalla serie D ma il campionato di B sembra davvero affascinante.
L’ultima giornata si consuma fra una serie di ribaltamenti di classifica che fino al 90′ premiano o condannano diverse squadre.
La zona play off e quella play out si definisce soltanto al triplice fischio dopo aver assistito ad un vortice di cambiamenti per tutta la serata.
E non sono mancati momenti in cui anche squadre apparentemente tranquille come l’Ascoli, hanno rischiato lo spareggio salvezza. O come il Frosinone che per quasi tutta la serata è rimasto fuori dalla lotta promozione tranne poi acciuffare i play off per il rotto della cuffia e grazie ad un pareggio casalingo ottenuto contro un Pisa che invece clamorosamente per tutta la partita aveva agganciato la zona promozione.
Chi invece fin da subito ha capito quale sarebbe stato il suo destino è la Juve Stabia di Caserta che scendeva a Cosenza in uno scontro diretto all’ultimo sangue. Il doppio vantaggio immediato dei calabresi ha gettato la squadra di Caserta nello sconforto ed in serie C. Ecco la prima certezza della cadetteria: la Juve Stabia sarà avversaria dei rosanero.
Incredibile il Cosenza: non solo non è retrocesso ma si è pure salvato. Vanno allo spareggio Pescara e Perugia e nessuna delle due potrebbe essere inserita nel girone dei rosanero.
Ma su tutta la parte bassa della classifica aleggia un dubbio: il ricorso del Trapani al Collegio del Coni, in programma giovedì prossimo. In questo momento i granata, che hanno battuto in casa il già promosso Crotone, sono in serie C. Ma gli basterebbe avere indietro uno dei due punti di
penalizzazione per raggiungere a quota 45 il Pescara ed il Perugia e far scattare la classifica avulsa a tre.
Se tolgono un punto di penalizzazione ai siciliani la classifica avulsa a tre è: Trapani (8 punti) e Perugia (5) vanno ai playout; il Pescara (2) in C con Juve Stabia e Livorno.
Se il Coni dovesse restituirgli entrambi i punti, il Trapani andrebbe allo spareggio col Perugia condannando alla retrocessione il Pescara.
Insomma, il destino della prossima retrocessa è legato a un Giudice e non al campo come sarebbe giusto ed il campo direbbe che la squadra di Castori è fra le migliori dopo la ripresa del torneo post epidemia.
.
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui