“Il Palermo è la più forte di tutte”
“Il Trapani gioca il calcio più bello che ho visto negli ultimi mesi”
“Bravi Liverani e Braglia. Ammiro Italiano in C”
“Bucchi, Stellone, Grosso, Liverani: tutti miei allievi. Mi sento giovane”

Questi alcuni dei temi affrontati nella interessante intervista realizzata da Nicola Binda al tecnico Serse Cosmi.

Mi mancava la panchina, il mio livello nervoso stava debordando“. Comincia così la chiacchierata con Serse Cosmi, tecnico con un passato anche in rosanero, dove sebbene sia stato per pochissime partite, è riuscito a trasmettere alla città un’immagine di simpatia.

Sulla Gazzetta dello Sport, l’intervista completa di cui vi riportiamo solo alcuni passaggi:

Sulla gara col Palermo– “Dovevamo stare più alti, non ci siamo riusciti per il valore del Palermo, che nell’ultima mez­zora ci ha schiacciati…”;

Sui rosanero– Il Palermo l’ha entusiasmato: “Per struttura è più forte di tut­ti. Il Brescia è più libero mentalmente, è l’anno giusto: bravo Cellino…”;

Sui suoi ex giocatori – “Grosso, Bucchi, Liverani, Stel­lone: sfidarli mi fa sentire più giovane. Mi rivedo in Liverani: allena un calcio di strada. Co­me gestione direi Stellone. Buc­chi e Grosso forse sono un po’ troppo integralisti”;

Cosa ha fatto in questi mesi – “Ho visto tante partite e il più bel calcio l’ho visto dal Trapani di Italiano…”

Sui direttori sportivi – “…o hanno estrazioni diverse, o decidono i presidenti ascoltando i procu­ratori. L’unico d.s. vecchio stile tra i giovani è Faggiano”.
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE