Nell’articolo di Benedetto Giardina, sul Giornale di Sicilia, oggi in edicola, il punto sul ricorso presentato dalla nuova proprietà rispetto al parere espresso dalla Covisoc.
E proprio l’organo federale di controllo oggi riferirà al consiglio federale il suo parere in merito al ricorso presentato dal Palermo.
Un ricorso pieno di documenti, 160 allegati nelle 43 pagine con cui la proprietà cercherà di dimostrare di essere stata oggetto di truffa in merito alla fideiussione e di aver fermato i pagamenti in via cautelare. Il problema, scrive Giardina, è che il parere negativo della Covisoc, si basa anche su altre contestazioni e per regolamento il Palermo non potrà integrare la sua documentazione iniziale con altri documenti, “né potrà essere effettuato o integrato alcuno degli adempimenti2, suggerisce l’avvocato Di Cintio, esperto di diritto sportivo.
Dunque un ricorso senza nessuna speranza. In caso di risposta negativa da parte della Figc, il club potrà appellarsi al Collegio di Garanzia del Coni, ultima spiaggia del diritto sportivo, per poi eventualmente proseguire sul piano civile(Tar).
Dopo il parere della Figc atteso domani, il sindaco potrà comunque far partire il bando, cosa molto probabile.
.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE