Il numero uno del Catania, Pietro Lo Monaco non ha nascosto la sua tristezza per la situazione societaria del Palermo: “Che vi devo dire, ho la morte nel cuore pure io, questa è la verità. E’ una cosa che non si riesce a comprendere, penso solo – boh -. Chi ci capisce è bravo”.

“La procedura corretta per l’iscrizione della squadra deve essere correlata a tutta una serie di adempimenti – prosegue Lo Monaco a TifosiPalermo.it -. Oltre al modulo, ci deve essere la fideiussione e poi la Covisoc controlla. Bisogna avere pagato fino al penultimo stipendio, non bisogna avere debiti con le consociate Figc e con la Fifa e tutta un’altra serie di parametri importantissimi. Se Tuttolomondo dice che è tranquillo sarà perchè avrà adempiuto”.

“Il problema è che il 24 giugno era un termine perentorio. Non è come gli altri anni che poi davano deroghe fino al 30 e uno aveva altro tempo oltre la data prefissata. Dunque se il Palermo, così come sembrerebbe, non ha ottemperato a tutte le situazioni è difficile che sia iscritto… ahimè. Adesso avoglia di fideiussioni che si possono fare… ma se è così non si viene iscritti. Però aspettiamo che siano organi ufficiali a dire ufficialmente qualcosa”.

LEGGI ANCHE:

BALZARETTI POTEVA ESSERE UN NUOVO MEMBRO DELLA SOCIETA’

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE