Le pagelle di Pino Abbate: Palermo – Hellas Verona

Torna il consueto appuntamento con le pagelle post gara. Il Palermo batte il Verona e tiene viva la speranza della promozione diretta senza passare dai playoff. Un Palermo ben messo in campo, anche se le note stonate della serata si chiamano Bellusci e Trajkovski, il primo ampiamente insufficiente a causa del suo temperamento, l’altro ha sbagliato qualche stop di troppo. Moreo e Jajalo i migliori in campo senza ombra di dubbio.

Brignoli 6: scarsamente impegnato questa sera ma al momento opportuno c’è sempre
Szyminsky 6: l’inizio è da brividi ma non è nel suo ruolo; l’impegno comunque è massimo per cui rende quasi innocuo il temutissimo Di Gaudio
Bellusci 4,5: purtroppo il temperamento lo tradisce sempre più spesso, oggi ha esagerato cadendo nella trappola tesagli da quel marpione di Pazzini e lasciando la squadra in 10 nel momento peggiore
Rajkovic 6,5: è il solito baluardo della difesa del Palermo e dalle sue parti non si passa
Aleesami 6,5: finalmente una bella prestazione del norvegese che ha spadroneggiato sulla sua fascia crossando anche con una certa precisione
Murawski 7:un furetto inarrestabile; bravo nel gioco di rottura e cerca anche il tiro dalla distanza
Jajalo 7: faro insostituibile del centrocampo del Palermo distribuisce una miriade di palloni agli avanti e non disdegna il tiro dalla distanza
Haas 6: ottima spalla per Jajalo e almeno per oggi è ritornato quel bel giocatore di inizio anno
Trajkovski 5,5: un po’ meglio che in altre partite ma da lui si pretende molto di più
Nestorovski 6,5: il capitano è un cecchino di prim’ordine ed anche oggi ha timbrato il cartellino
Moreo 7,5: il migliore in campo senza ombra di dubbio, fa la spola fra centrocampo e attacco e si vede anche in difesa quando occorre. In più fornisce l’assist a Nestorovski per il gol partita.
Puscas 6: entra al momento giusto e dà il suo contributo alla vittoria guadagnando punizioni nel finale sfiorando anche il gol
Fiordilinos.v.
Pirrello: s.v.
Stellone: francamente ha lasciato perplessi molti per aver schierato Szyminsky a destra e Aleesami lasciando fuori Rispoli ma evidentemente lui li vede in allenamento tutti i giorni e quindi ha avuto ragione

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE